Sempre meno canadesi
comprano casa

di Mariella Policheni del 22 September 2022

TORONTO - Meno proprietari giovani, più canadesi in affitto, più condomini. È questa la fotografia che emerge dal censimento nazionale del 2021 di Statistics Canada.

Il numero dei proprietari di una casa in Canada è in calo così come, rispetto al 2011, sono diminuite per i giovani la possibilità di possedere una abitazione.

Secondo quest’ultima rilevazione a possedere una casa un anno fa erano due terzi dei canadesi, in calo dal 69% del decennio precedente. La casa di proprietà è in sostanza diventata un lusso.

Tra il 2011 e il 2021 il calo del numero di proprietari di case è stato maggiore per i canadesi più giovani - compresi nella fascia di età tra i 25 e i 29 anni - con il tasso che è sceso dal 44 al 36,5. La flessione, pur se leggermente inferiore, persiste anche se si prendono in considerazione i canadesi di età compresa tra i 30 e i 34 anni: il tasso è passato infatti dal 59,2% al 52,3%.

Mike Moffatt, un assistente professore presso la Ivey School of Business della Western University, ha affermato che ciò illustra bene perché il tasso complessivo di proprietà di una casa non è così utile per comprendere le tendenze recenti. "Man mano che le persone invecchiano, è più probabile che possiedano una casa - ha detto - ecco perché penso che è importante scomporre i dati per fasce di età".

Nel frattempo, le persone che sono in affitto aumentano. Statistics Canada ha rilevato che tra il 2011 e il 2021 il numero di famiglie in affitto è cresciuto di oltre il doppio rispetto a quelle proprietarie.

Brittany MacKenzie, un'agente immobiliare di Fredericton ha affermato di aver notato, con l’aumento dei prezzi, un cambiamento nei giovani che sperano di possedere una casa. “Ho scoperto che adesso molti dei nostri acquirenti più giovani sono titubanti e hanno optato per una abitazione in affitto”, ha detto.

E secondo StatsCan sono sempre più le case di nuova costruzione occupate dagli affittuari: la percentuale tra il 2016 e il 2021 era del 40,4%.
Statistics Canada ha anche confrontato i costi mensili a carico di coloro che sono in affitto e di quelli che sono proprietari e ha scoperto che, rispetto al censimento precedente, tali costi sono aumentati più velocemente per gli affittuari in relazione ai proprietari di case.

Tra il 2016 e il 2021 il costo medio mensile dell'alloggio per gli affittuari è aumentato del 17,6%, superando il tasso di l'inflazione, poiché l'indice dei prezzi al consumo è salito del 9,5% nello stesso periodo. Per i proprietari di case, il costo medio mensile è lievitato del 9,7%.

Mentre da un lato nel 2021 la percentuale dei canadesi in affitto è aumentata, dall’altro un affittuario su cinque ha speso più del 30% del proprio reddito per la locazione.

Statistics Canada afferma che, grazie alle misure di sostegno temporaneo del governo durante la pandemia di Covid, ad avere maggiori chance di poter prendere in locazione una casa sono state le persone a basso reddito.

Aumentano inoltre le costruzioni di condomini: tra il 2016 e il 2021, oltre la metà delle case fabbricate a Toronto, Vancouver e Montreal erano condomini.

La generazione Millennials - ovvero coloro che oggi hanno un'età compresa tra i 26 e i 40 anni - costituiva la quota maggiore dei circa 4,3 milioni di canadesi che vivevano in condomini nel 2021: quasi tre su 10.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
75 DUFFLAW ROAD, 201-B, Toronto, ON, M6A 2W4
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.