Canada, 1 milione e 300mila
nuovi residenti in tre anni

di Marzio Pelu del February 16, 2022

TORONTO - Il Canada ha sempre più bisogno di immigrati: l'anno scorso ha accolto più di 405.000 nuovi residenti permanenti, il maggior numero in un solo anno nella storia del Paese. Ma ci sono ancora centinaia di migliaia di posizioni in tutti i settori in attesa di essere occupate. L'immigrazione rappresenta infatti già quasi il 100% della crescita della forza lavoro e 5 milioni di canadesi andranno in pensione entro la fine di questo decennio: c'è dunque un forte bisogno economico di una maggiore immigrazione.

Così, il governo federale corre ai ripari e lancia il Piano per i Livelli di Immigrazione 2022-2024, che traccia "un percorso ambizioso ma responsabile per l'immigrazione - spiega il governo stesso in una nota - , che aiuterà l'economia canadese a riprendersi e alimenterà la crescita post-pandemia, il tutto mentre rafforzare le comunità e le industrie in tutto il paese che dipendono dall'immigrazione".

A presentare il Piano è stato, lunedì, l'onorevole Sean Fraser, ministro dell'Immigrazione, dei rifugiati e della cittadinanza. "L'immigrazione - ha detto il ministro - ha contribuito a plasmare il Canada nel paese che è oggi. Dall'agricoltura e dalla pesca alla produzione, all'assistenza sanitaria e al settore dei trasporti, il Canada fa affidamento sugli immigrati. Siamo concentrati sulla ripresa economica e l'immigrazione è la chiave per arrivarci. La definizione di nuovi obiettivi di immigrazione audaci, come delineato nel Piano dei livelli 2022-2024, aiuterà ulteriormente a portare l'incommensurabile contributo degli immigrati alle nostre comunità e in tutti i settori dell'economia".

Vediamo dunque cosa prevede il piano.

Per garantire che il Canada abbia i lavoratori di cui ha bisogno per colmare le lacune critiche del mercato del lavoro e sostenere un'economia forte nel futuro, il Piano per i livelli di immigrazione 2022-2024 mira a continuare ad accogliere gli immigrati a un tasso di circa l'1% della popolazione canadese, inclusi 431.645 residenti permanenti nel 2022, 447.055 nel 2023 e 451.000 nel 2024. Questo piano si basa sul piano dei livelli precedenti, con una maggiore attenzione al sostegno della nostra ripresa economica e della crescita post-pandemia.

Nelle intenzioni del governo, il Piano dovrebbe aumentare l'attrazione e la fidelizzazione dei nuovi arrivati ​​nelle regioni con gravi sfide economiche, lavorative e demografiche.

Aumenterà anche l'immigrazione francofona al di fuori del Quebec, sostenendo al contempo l'integrazione dei nuovi arrivati ​​di lingua francese e rafforzando le comunità francofone in tutto il Paese. "Nell'ambito della nostra Strategia per l'Immigrazione Francofona, stiamo lavorando per raggiungere l'obiettivo del 4,4% degli immigrati di lingua francese fuori dal Quebec entro il 2023", si legge ancora nella nota del governo.

I punti salienti del piano includono: ingressi complessivi pari all'1,14% della popolazione canadese entro il 2024; un focus a lungo termine sulla crescita economica, con quasi il 60% delle ammissioni nella classe economica; aiuto alle popolazioni vulnerabili, come le misure speciali per la concessione della residenza permanente ai richiedenti rifugiati che lavorano nel settore sanitario durante la pandemia; sostegno alle crisi globali fornendo un rifugio sicuro attraverso l'immigrazione umanitaria a coloro che subiscono persecuzioni; fidelizzazione dei talenti di coloro che sono già in Canada concedendo lo status permanente ai residenti temporanei accettati attraverso i percorsi a tempo limitato per i lavoratori essenziali avviati nella primavera del 2021. Inoltre, il Piano riconosce anche l'importanza del ricongiungimento familiare e aiuta a mantenere lo standard di elaborazione di 12 mesi per coniugi e figli.

Infine, il Canada rimane fermo nei suoi impegni umanitari globali, compreso il piano per reinsediare almeno 40.000 cittadini afgani nei prossimi 2 anni. Oggi, più di 7.550 rifugiati afgani ora chiamano il Canada a casa grazie a questi sforzi. "Lavorando con i partner nella regione -  si legge nella nota del governo - stiamo utilizzando tutte le strade disponibili per garantire un passaggio sicuro per coloro che si trovano in Afghanistan".

(Foto: Healthy Canadians, Facebook)

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.