Baseball: Alessandro Volpe,
il sogno azzurro è vicino

di Marzio Pelu del April 15, 2022

TORONTO - L'impegno paga. Lo sa bene Alessandro Volpe, 17 anni compiuti un mese fa, battitore di baseball che da anni si allena ogni giorno, per ore, con abnegazione e spirito di sacrificio. "Every single day since 2015. #NoDaysOff", come ha scritto lo stesso giovane italocanadese sul suo profilo Twitter poco più di un anno fa, postando il video di un allenamento, che è diventato virale, raggiungendo 18.500 visualizzazioni.

Oggi, Alessandro raccoglie i primi frutti di quell'impegno profuso da quando di anni ne aveva appena 10: è infatti fra i 33 convocati alla selezione della Nazionale Italiana di Baseball Under 18, in vista dei Campionati Europei di agosto e dei Mondiali in programma a settembre. Una doppia soddisfazione, in realtà, visto che oltre a figurare nella "rosa", Alessandro è anche l'unico non italiano. Ma il sangue azzurro gli scorre nelle vene: è figlio di Flavio Volpe, presidente della Automotive Parts Manufacturers’ Association (APMA Canada) e nipote di Joe, editore del Corriere Canadese.

A notare il suo talento ed a segnalarlo ai selezionatori degli Azzurri è stato Gianmarco Faraone, National Teams and Coaching Staff Coordinator della Federazione Italiana di Baseball e Softball, che ha recentemente completato un periodo di due anni come mental performance coach in Cina e che sta lavorando al fianco di Mike Piazza, manager della Nazionale Italiana, e del suo staff.

Faraone, italocanadese come Alessandro e con "base" a Toronto, ha visto il giovane giocare ed è rimasto impressionato dalle sue capacità, a tal punto da segnalarlo in vista delle convocazioni per i prossimi campionati degli Azzurri. E domenica Alessandro partirà per l'Italia per partecipare alle selezioni che si svolgeranno a Riccione: là, il giovane battitore farà una serie di allenamenti con gli altri 32 giovani convocati e disputerà un paio di partite insieme a loro. Al termine, fra i 33 giocatori ne saranno selezionati 18 che faranno parte della squadra che parteciperà agli Europei e, poi, ai Mondiali.

Ieri, a pochi giorni dalla sua partenza, abbiamo fatto qualche domanda ad Alessandro, per conoscerlo meglio a farlo conoscere anche ai lettori del Corriere Canadese.

Alessandro, quando è iniziata questa tua passione per il baseball?
"Quando avevo 8 anni. Ho iniziato a giocare e per un paio d'anni l'ho vissuto, appunto, come un semplice gioco. Giusto per divertirmi. Poi, a 10 anni, ho iniziato a prenderlo più sul serio e ho cominciato ad allenarmi tutti i giorni, nessuno escluso, per due ore al giorno. E non ho più smesso".

Cosa ti aspetti da questa avventura in Italia?
"Spero di riuscire ad entrare nella Nazionale. Sarebbe importante, perché mi consentirebbe di farmi notare a livello internazionale, visto che agli Europei e poi ai Mondiali saranno presenti allenatori e selezionatori di tutto il mondo. Inoltre, avrei la garanzia di poter giocare a quei livelli per almeno due anni, fino al compimento dei 19 anni".

E poi? Qual è il tuo sogno?
"Giocare nella MLB (la Major League Baseball), magari nei Los Angeles Dodgers o nei Blue Jays di Toronto. Quello è il mio obiettivo finale".

E nel frattempo?
"Nel frattempo, spero di entrare nella Nazionale Italiana. E poi voglio continuare a studiare, andando all'Università: cosa che mi consentirà, qui in Canada, di poter continuare ad allenarmi e giocare a livelli importanti".

La strada è tracciata: ad Alessandro ora non resta che percorrerla con lo stesso impegno profuso finora. La forza di volontà non gli manca, il talento nemmeno. Good luck!

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.