Ontario: ricoveri
raddoppiati in 24 ore

di Marzio Pelu del January 6, 2022

TORONTO - Una crescita "esplosiva", come l’ha definitiva l’ufficio del ministro della Salute dell’Ontario, Christine Elliott: ieri i funzionari sanitari provinciali hanno registrato la presenza di 2.081 persone ricoverate negli ospedali per il Covid-19 (288 sono in terapia intensiva), con un salto impressionante, in sole 24 ore, dai 1.290 pazienti (di cui 266 in unità di terapia intensiva) di martedì. Numeri, oltretutto, parziali visto che lo stesso ministro ha riferito che circa il 10% degli ospedali non ha segnalato il numero dei propri pazienti. Ma il dato disponibile è già abbastanza preoccupante, così come quello dei decessi: ben 14 in un solo giorno, che portano il total delle vittime in Ontario, da inzio pandemia, a 10.252.

Delle 288 persone in terapia intensiva, 202 non sono completamente vaccinate o hanno uno stato di vaccinazione sconosciuto e 86 sono completamente vaccinate. Secondo l’Ontario Science Table, le persone che sono completamente vaccinate con almeno due dosi hanno l’82,7 per cento in meno di probabilità di finire in ospedale e il 94,4 per cento in meno di probabilità di finire in terapia intensiva rispetto a quelle non vaccinate.

Per quanto riguarda i nuovi casi, ieri ne sono stati registrati 11.582 ma il numero è sottostimato sia a causa delle nuove limitazioni sui test (con i "pcr" limitati a gruppi selezionati, più a rischio) sia per gli arretrati. Comunque, con 59.137 tamponi elaborati nelle ultime 24 ore, il tasso di positività della provincia è di circa il 28,1 per cento.

Dei 11.582 casi segnalati ieri, 9.040 riguardano persone completamente vaccinate, 1.647 persone non vaccinate, 445 persone parzialmente vaccinate e 219 con uno stato di vaccinazione sconosciuto.

In questo caso, a differenza di quanto avviene con le ospedalizzazioni, l’efficacia del vaccino è inferiore: le persone completamente vaccinate (cioè con almeno due dosi) hanno soltanto il 16,6% in meno di probabilità di contrarre il Covid-19 rispetto ai non vaccinati.

Ma vediamo le zone più colpite dai contagi: nella Greater Toronto Area, ieri sono stati segnalati 2.524 nuovi casi a Toronto, 1.435 nella regione di Peel, 1.294 nella regione di York, 699 nella regione di Durham e 511 nella regione di Halton. Registrati inoltre 584 nuovi casi a Hamilton, 531 nella regione di Waterloo, 469 a Ottawa, 441 nel Middlesex-Londra e 441 nella regione del Niagara, 381 a Simcoe-Muskoka e 334 a Windsor-Essex. Tutte le altre regioni hanno riportato meno di 300 nuovi casi.

Il virus colpisce sempre di più i bambini e i giovani: delle 11.582 nuove infezioni di ieri, 847 riguardano bambini di età inferiore ai 12 anni, 966 giovani di età tra 12 e 19 anni, 4.788 persone tra 20 e 39 anni, 3.374 persone tra 40 e 59 anni, 1.242 persone tra 60 e 79 anni e 354 persone di età superiore agli 80 anni.

I casi attualmente attivi (e noti) in Ontario sono 134.030 ma è evidente che, alla luce dell’assenza di un "tracciamento" di massa, potrebbero essere molti, moltissimi di più. Di fatto, però, è impossibile saperlo. L’unico dato certo a questo punto è quello degli ospedali: e non è rassicurante.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.