Un calcio alla tradizione:
sì alla bandiera del Pride

di Priscilla Pajdo del January 24, 2022

TORONTO - Rompendo con la tradizione, l'Halton Catholic District School Board (HCDSB) ha invertito la sua posizione e ha deciso di far sventolare la bandiera arcobaleno a giugno per celebrare il mese del Pride. L'HCDSB è un altro consiglio scolastico cattolico in Ontario a decidere di farlo dopo aver precedentemente votato contro questa eventualità.

Nelle prime ore del 19 gennaio, i fiduciari dell'HCDSB hanno espresso il loro voto sulla mozione del fiduciario Agnew Strengthening Community Relationships, che includeva l'esibizione della bandiera del Pride nelle scuole cattoliche a partire da questo giugno e da allora in poi ogni giugno. Il presidente Duarte ha rilasciato una dichiarazione prima del voto affermando che "i nostri pilastri sono ‘conquistare, credere e appartenere’ che sono fortemente in linea con gli insegnamenti cattolici".

Duarte ha ammesso che tra le corrispondenze inviate al Provveditorato sull'argomento, sia l'anno scorso che quest'anno, “ci sono molte informazioni, disinformazione e false dichiarazioni”. Ha anche sottolineato la “necessità di guardare al quadro generale dell'Istruzione Cattolica e mantenere una mente positiva e costruttiva”. Sebbene egli non abbia votato la mozione, questa ha ottenuto un voto di 5 contro 3.

La maggior parte della riunione, che è iniziata alle 7 pm del 18 gennaio ed è durata cinque ore e quindici minuti, ha riguardato principalmente otto delegazioni relative alla bandiera del Pride. Già questo era controverso.

Sei delegazioni si sono presentate a favore della mozione, mentre due si sono opposte. A ciascuna sono stati offerti dieci minuti per una presentazione. Durante l'incontro, un fiduciario ha sottolineato che nove delegazioni erano state rifiutate. Il Corriere ha chiesto al Presidente Duarte e al Direttore del Provveditorato, perché non sono state accolte più delegazioni, dedicando a tutte un tempo di parola più breve. Né il Presidente né il Direttore hanno risposto fino al momento in cui andiamo in stampa.

Il Corriere ha anche contattato Patrick Daly, presidente dell'Ontario Catholic Schools Trustee Association, riguardo i meriti della decisione e del procedimento. Daly non avrebbe fornito ragguagli in quanto la questione era "soggetta all’Education Act e ogni consiglio scolastico cattolico avrebbe seguito il proprio statuto e regolamento".

Quando si è trattato di una serie di corrispondenze incluse nell'ordine del giorno, otto si sono espresse contro la mozione, mentre quattro hanno manifestato il loro sostegno.

Una lettera, che circola attraverso i canali dei social media, ha attirato un po' di attenzione e commenti (anche dalle pagine del Corriere, intitolata Rudderless in Halton. What next?). Quella lettera ha anche suscitato interesse tra i contribuenti poiché è stata scritta da quattro deputati del Parlamento eletti a livello federale (per Halton) che esprimono il loro “incrollabile sostegno a far sventolare la bandiera”.

Una parte della lettera è stata letta da un delegato durante la riunione di martedì, forse nel tentativo di contribuire a influenzare il voto. La domanda e la preoccupazione che hanno i genitori e i contribuenti è se gli autori, due dei quali sono ministri del governo e due sono sotto-segretari parlamentari, possano aver oltrepassato i loro limiti nel commentare questioni che non sono di loro competenza. L'istruzione è una questione provinciale.

I sostenitori delle scuole cattoliche ritengono che le loro scuole sono costituzionalmente protette dalla clausola confessionale della Costituzione. I supporti delle scuole cattoliche puntano anche alla Sezione 29 della Canadian Charter of Rights and Freedoms che protegge i diritti e i privilegi delle scuole confessionali. Sventolare la bandiera riguarda quei diritti e privilegi.

Coloro che sono d'accordo con la decisione dell’HCDSB affermano che è un passo nella giusta direzione e per una comunità più accogliente, diversificata e inclusiva. Altri sostengono che questo lo fa già la bandiera canadese.

Questa sarebbe il simbolo fondamentale di unità e accoglie tutti allo stesso modo.

(traduzione in Italiano a cura di Mariella Policheni)

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.