Toronto è in ginocchio,
ma aumentano le tasse

di Marzio Pelu del February 8, 2022

TORONTO - In piena pandemia, dopo due anni disastrosi per tutti dal punto di vista finanziario, il Comune di Toronto aumenta le tasse del 4,4%. Lo aveva annunciato e lo ha ribadito, ieri, all'unanimità, il comitato di bilancio (Budget Committee) in vista dell'approvazione da parte del consiglio comunale, prevista per il 17 febbraio prossimo.

Una sorta di "colpo di grazia" che l'amministrazione guidata dal sindaco John Tory si accinge ad infliggere agli abitanti di Toronto, ormai economicamente in agonia dopo due anni passati nella morsa del Covid-19. Due anni nei quali le famiglie hanno dovuto affrontare due emergenze: quella sanitaria, ovviamente, ma anche quella finanziaria. Moltissime persone hanno perso il lavoro, altre hanno subito una forte riduzione degli introiti derivanti da attività extra come l'affitto delle case a studenti o lavoratori fuori sede - con la pandemia, gli ingressi di questo tipo in Canada sono crollati ai minimi storici - , altre ancora hanno dovuto chiudere per lunghi periodi le proprie aziende (bar, ristoranti, negozi) e qualcuno non ha nemmenoj riaperto. E comunque tutte le famiglie, nessuna esclusa, ha dovuto affrontare numerosissime spese che prima dell'arrivo del Covid-19 non erano mai comparse nel bilancio familiare: l'acquisto delle mascherine, gli igienizzanti per le mani, i Covid-test, le attrezzature hardware e software per poter lavorare da casa o per far collegare i figli con la scuola per la didattica a distanza, tanto per fare alcuni esempi.

Nonostante tutto questo, il Comune va avanti con il suo proposito. Il Budget 2022 porterà un aumento dell'imposta sulla proprietà residenziale del 2,9% e un aumento del fondo per l'edilizia cittadina dell'1,5% che si traduce in un aumento del 4,4%, cioè di un aumento medio dell'imposta sulla proprietà di $ 141.

Il Budget Chief (capo del settore "Bilancio"), Gary Crawford, ha affermato che il progetto fiscale contiene la "promessa" di mantenere le tasse sulla proprietà pari o inferiori al tasso di inflazione preservando i servizi e investendo in risorse aggiuntive, per esempio più paramedici. Ma è difficilmente giustificabile un simile aumento delle tasse, da parte del Comune, con eventuali "spese sanitarie" sostenute o da sostenere a causa dell'emergenza-Covid, visto che la sanità - costi compresi - è di competenza della Provincia. Anzi: è più probabile che il Comune, "grazie" alla pandemia, abbia risparmiato visto che svariate attività e molti servizi sono stati sospesi durante i vari lockdown e per le restrizioni decise per contenere la pandemia.

Ma l'amministrazione Tory piange miseria e, dopo aver messo le mani in tasca ai cittadini di Toronto, guarderà ai governi provinciali e federali per aiutare a coprire il divario di $ 1,4 miliardi per il TTC che sta perdendo circa $ 500.000 all'anno a causa del crollo delle entrate dei passeggeri, ha affermato lo stesso Crawford. "Nessuno si è ancora impegnato in tale senso, ma speriamo di sì (entro il 17 febbraio) - ha detto - . Dopodiché, dovremo iniziare a prendere alcune decisioni serie e ridurre il nostro lavoro... la manutenzione delle strade potrebbe essere nuovamente colpita se non riceviamo questi soldi". Strade che, nel frattempo, aspettano ancora di essere completamente ripulite dalla neve caduta tre settimane fa...

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.