Pedagogia o salute pubblica,
si tratta di bambini

di Priscilla Pajdo del March 5, 2021

TORONTO - Un modo per costruire la fiducia del pubblico è che i funzionari governativi e gli esperti sanitari abbiano una strategia di comunicazione chiara e coerente. Quando ciò si rompe, ti rimane incertezza, frustrazione e indignazione pubblica.

Questo è esattamente ciò che è successo quando la Peel Region Public Health (che copre Mississauga, Brampton e Caledon) ha inviato un messaggio confuso e sconvolgente. Ha consigliato ai genitori cosa fare nel caso in cui il loro bambino venisse rimandato a casa da scuola in seguito alla potenziale esposizione al Covid-19.

Il volantino (qui a fianco), distribuito tra le scuole della Regione di Peel, affermava che "il bambino deve auto- isolarsi "in una stanza separata e lontano da tutti gli altri membri della famiglia per 14 giorni". La Comunità è rimasta indignata. Il messaggio sembrava suggerire un "crudele confinamento" dei bambini piccoli in una stanza da soli. Mi viene in mente la parola "incarcerazione".

L’informativa ha trascurato di includere informazioni permettendo genitori, o chi in loro vece, “isolarsi” con il bambino durante il periodo di quarantena.

All’inizio di questa settimana, Peel Health ha pubblicato un tweet dicendo di "aver commesso un errore", a seguito della protesta pubblica per la crudele messaggistica.

Un portavoce di Peel Health ha detto al Corriere in una e-mail: "Rimpiangiamo per l’omissione di un dettaglio importante in un volantino a genitori e tutori sull’autoisolamento in seguito a un’espo-sizione al COVID-19".

La Regione Peel ha assicurato che "il volantino è in fase di modifica". Un nuovo volantino sarà condiviso con genitori e tutori che riflettano la posizione ufficiale della Regione che è sempre stata disponibile sul proprio sito web". Il portavoce ha chiarito che "riconosciamo pienamente che i bambini in genere non sono in grado di isolarsi senza l’aiuto di un’altra persona".

L’autorità sanitaria ha consigliato che se qualcuno dovesse essere esposto al Covid- 19, quella persona dovrebbe isolarsi e stare lontana dagli altri membri della famiglia.

Nella loro risposta, le autorità sanitarie di Peel hanno ammesso che una persona possa isolarsi con il bambino per "garantire che i suoi bisogni fisici ed emotivi siano soddisfatti durante il periodo di auto-isolamento".

Peel Region è stata costantemente una delle zone "hot spot" per i casi di Covid-19. La regione rimane nel lockdown provinciale con la trasmissione domestica che rimane una fonte significativa di infezione. Al 25 febbraio, il 43,4% di tutti i casi nella Regione è associato all’esposizione all’interno della singola casa.

Gli esperti medici hanno richiamato l’attenzione sugli impatti negativi del Covid-19 sulla salute mentale e sul benessere dei bambini. Vale la pena ricordare che per ridurre al minimo la diffusione del virus, le scuole sono rimaste chiuse per mesi; i bambini costretti a lasciare le aule. Un ulteriore isolamento dalla loro rete di sostegno essenziale (famiglia) potrebbe avere conseguenze significative.

A Peel, gli ambienti scolastici o di assistenza all’infanzia rappresentano lo 0,7% di tutti i casi nella regione.

Ogni bambino ha diritto a un ambiente sicuro, sano e amorevole in cui vivere e crescere. I genitori e i tutori sono responsabili dell’intero di questi elementi essenziali. Non sorprende che le famiglie si oppongano fortemente al governo o ai funzionari medici che offrono consigli o direttive che contraddicono quei tratti nutritivi innati. Tenere rinchiuso qualsiasi bambino, lontano da altri contatti umani potrebbe essere visto come abuso sui minori.

L’organizzazione, Parents as First Educators (PAFE) ha suggerito che se i genitori avrebbero intrapreso questo tipo di misure prima della pandemia, "sarebbe stato certamente richiesto un intervento legale dalla parte dei servizi familiari per l’infanzia".

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.