Nota Design: gradi misogini

di James Hansen del February 23, 2022

Per quanto la questione stenti ad approdare a una definizione, esiste un rischio non infinitesimale che gli Stati Uniti entrino in guerra per il fatto dell’Ucraina. Nel caso si arrivasse al combattimento attivo, c’è un problema irrisolto: quello dei seni delle soldatesse, delle marinaie e delle aviatrici. Circa il 20 percento dei combattenti Usa sono donne, e da parte dell’altro 80% maschile c’è la tendenza a guardarle e forse ad avere perfino dei pensieri impuri.

La questione è stata resa più difficile da una revisione del design delle divise da campo avvenuta nel 2004, le cui implicazioni forse non sono state esaminate a dovere. Con l’introduzione estesa nelle forze americane dei giubbotti anti-proiettili e anti-schegge, si è pensato di abbassare i colletti delle bluse da combattimento perché interferivano con la nuova armatura protettiva. Di conseguenza, quei gradi che prima si portavano sul colletto invece sono scesi sul petto…

Con la straordinaria ondata di puritanesimo che sta spazzando gli Usa negli ultimi anni, come risultato sono nati due ordini di difficoltà imbarazzanti. In primo luogo, ci sono le promozioni. È stato d’uso nelle armi americane che le promozioni venissero in qualche modo celebrate dall’ufficiale superiore che appuntava il distintivo del nuovo rango sul colletto del milite promosso. Ora invece è da piazzare sul petto... La cerimonia era un’usanza, non un obbligo, ed è stata in molti casi abbandonata - specialmente perché le foto comunemente scattate in occasione delle promozioni delle donne non di rado sembravano a prima vista documentare un ‘palpeggiamento'.

L’altro problema - più grave, perché non ha una soluzione ovvia - è lo 'sguardo fisso'. È un fatto semplice e noto che i giovani soldati appena usciti da un addestramento finalizzato a trasformarli in ‘guerrieri' siano tendenzialmente un po’, beh, ‘bulli'. Di fronte a sottufficiali e ufficiali superiori femminili, i militi maschi che guardano troppo insistentemente i gradi sul petto per stabilire il rango di chi li comanda commettono semmai un’offesa alla cortesia ma non alla disciplina militare - una situazione che fa schiumare di rabbia le vittime ’troppo ammirate'.

È, ovviamente, un problema idiota - ma non inesistente. Sarebbe un peccato se l’unica soluzione fosse la 'guerra guerreggiata'. Trovarsi sul campo di battaglia tende a riportare l’attenzione sulle cose di primaria importanza…

Nota Design esce con la collaborazione di Intesa SanPaolo

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.