Una settimana lavorativa più corta
potrebbe diventare la norma in Canada?

di Priscilla Pajdo del July 13, 2021

Il miglioramento degli indicatori di salute pubblica e l'aumento dei tassi di vaccinazione indicano che l'Ontario è pronto ad allentare ulteriori restrizioni. Significa anche che più persone possono tornare al lavoro e tornare in ufficio. Ma potrebbero esserci cambiamenti in vista per la settimana lavorativa standard di 5 giorni?

Il Covid-19 ha alterato la vita lavorativa dei canadesi e l'idea di lavorare quattro giorni alla settimana sta guadagnando popolarità. Secondo un sondaggio Angus-Reid (giugno 2020), circa il 53% dei canadesi è a favore di un orario settimanale lavorativo di 30 ore, rispetto al 47% del 2018.

L'idea di una settimana lavorativa più corta non è un concetto nuovo. Diversi governi in tutto il mondo stanno prendendo in considerazione l'idea a vari livelli. Ad esempio, tra il 2015 e il 2019, i dipendenti del settore pubblico in Islanda (circa 2.500) hanno partecipato a un programma pilota per valutare gli impatti della riduzione della settimana lavorativa di 40 ore a 35-36 ore settimanali, senza modifiche alla retribuzione.

Nel complesso, i risultati dello studio, pubblicati congiuntamente da Alda e Autonomy (un gruppo di esperti del Regno Unito) nel giugno 2021, sono stati accettati come un "successo travolgente". I risultati hanno dimostrato "gli effetti positivi di una settimana lavorativa più corta sia per i dipendenti che per le imprese" afferma il rapporto.

I lavoratori hanno riferito di sentirsi meno stressati e il loro benessere è aumentato, mentre la produzione non è diminuita nella maggior parte dei luoghi di lavoro. Al contrario, la produttività è aumentata. Tale è stato il caso del dipartimento di contabilità di Reykjavik. Durante la sperimentazione ha registrato un aumento del 6,5% del numero di fatture evase rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Il successo del percorso ha già portato a una trasformazione dell'orario di lavoro tra i sindacati e i loro iscritti. Circa l'86% della popolazione attiva islandese ha adattato il programma della settimana lavorativa più breve o si è guadagnato il diritto di farlo. Non a caso, la nazione nordica è considerata uno dei paesi più felici del mondo.

Un esperimento simile è stato testato in Giappone con risultati incoraggianti. Dopo un mese dalla chiusura degli uffici ogni venerdì di agosto 2019, Microsoft ha registrato un aumento della produttività del 40% nel proprio ufficio in Giappone. Altri vantaggi includono la riduzione del consumo di elettricità e la stampa su carta.

In Canada, un progetto comparabile di nove mesi è stato realizzato in Nuova Scozia con risultati positivi simili. Spinti dalla necessità di adottare cambiamenti durante la pandemia di Covid-19, i consiglieri comunali del comune del distretto di Guysborough si sono adattati a un programma settimanale di lavoro condensato. Con un sistema a due squadre che ruota tra un programma dal lunedì al giovedì e dal martedì al venerdì e una combinazione strategica tra ufficio e lavoro da casa, il personale e il consiglio sono rimasti soddisfatti del risultato e hanno votato a favore per continuare la politica del lavoro.

Per quanto attraente possa sembrare una settimana lavorativa più breve, i critici sostengono che non si adatta a tutte le occupazioni in tutti i settori. Una settimana lavorativa più corta potrebbe non essere adatta a tutte le aziende in quanto potrebbe portare a una diminuzione della produttività e porre grossi problemi in termini di personale e programmazione, specialmente nei casi in cui i dipendenti sono tenuti a rispondere almeno cinque giorni alla settimana.

Ma considerate i vantaggi. Un ambiente che offre flessibilità per un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata ha il potenziale per attrarre talenti, responsabilizzare i dipendenti e aumentare la produttività complessiva pur lavorando meno ore, una situazione pontezialmente vantaggiosa per tutti.

Foto da pixabay.com

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.