Canada Post, il Covid
minaccia l’economia  

di Priscilla Pajdo del January 25, 2021

TORONTO - La struttura Gateway di Canada Post a Mississauga è in difficoltà. Secondo una fonte non autorizzata a parlare a nome della Corporation, 43 dei 759 dipendenti tamponati tra il 19 ed il 22 gennaio sono stati confermati positivi - 28 dei quali lavoravano il terzo turno.

Dall'inizio di gennaio, 190 dipendenti dello stabilimento Gateway sono risultati positivi al virus. Dopo aver completato i test obbligatori di un intero turno la scorsa settimana, Canada Post ha inviato una lettera a tutti i dipendenti il 22 gennaio ordinando a tutto il personale di quel turno di "lasciare il posto di lavoro stasera e di isolarsi per 14 giorni".

Canada Post afferma che sta lavorando a stretto contatto con il Peel Public Health e continuerà a tamponare con test rapidi e obbligatori, in loco, i dipendenti degli altri turni. Questo si aggiunge ai test volontari che la società già offre ai dipendenti in tutta la struttura. Canada Post impiega più di 4.500 persone nel sito Gateway.

All'inizio di questo mese, il governo dell'Ontario ha annunciato che avrebbe aumentato le ispezioni sul posto di lavoro per combattere l'aumento dei casi di Covid-19 in tutta la provincia. Canada Post sostiene di aver seguito le norme stabilite dalla sanità pubblica durante tutta la pandemia.

In risposta alle altre raccomandazioni di Public Health, Canada Post afferma che "continueranno a far rispettare tutti i protocolli di sicurezza, con una maggiore attenzione a bagni, sale da pranzo e spogliatoi".

I focolai sul posto di lavoro continuano ad essere una fonte di contagio. Dall'inizio della pandemia, circa il 60% di tutti i focolai sul posto di lavoro nella regione di Peel (204) si è verificato in ambienti di produzione, di distribuzione, di trasformazione alimentare e nei depositi.

In una conferenza stampa tenutasi il 20 gennaio, il sindaco di Mississauga, Bonnie Crombie, ha avvertito che "piu’ di 1.500 lavoratori a Peel hanno contratto il virus Covid- 19 sul posto di lavoro". Questi casi sono noti perché contribuiscono a una maggiore diffusione del virus nelle famiglie e nella comunità.

I lavoratori essenziali sono la "linfa vitale" delle comunità; i lavoratori postali sono considerati essenziali. Sono loro che si presentano al lavoro e aiutano a far progredire l'economia. Per alcuni è difficile decidere tra recarsi al lavoro malati per provvedere alle necessità della propria famiglia, o rimanere a casa e rischiare di ricevere una busta paga più leggera.

Il sindaco Crombie, insieme ad altri sindaci della GTHA e sostenitori dei lavoratori, ha chiesto ai governi provinciali e federali di "fornire elevati sussidi per chi costretti alla quarantena a fine di frenare la diffusione del Covid-19".

Ironicamente, Canada Post offre un congedo retribuito per i suoi dipendenti assenti per motivi di malattia. In una lettera ai membri del Canadian Union of Postal Workers, il presidente Qaiser Maroof, assicura che tutti coloro risultati positivi o che sono in quarantena in base alle rigide linee guida di Peel Health non andranno incontro ad "alcuna perdita di salario".

La fonte del sito Gateway, parlando in condizione di anonimato, ha detto al Corriere Canadese che “a seguito di un'indagine interna avviata per "rintracciare" la causa dell'infezione, ad almeno due dipendenti sono state inflitte multe di 5.000 dollari ciascuna. Entrambi sono tornate al lavoro, senza osservare il periodo di quarantena obbligatorio di 14 giorni, dopo aver viaggiato fuori dal paese.

Il funzionamento dello stabilimento è stato ulteriormente messo in difficoltà dopo che circa 100 agenti del Canadian Border Service (CBSA), responsabili dell'ispezione della posta internazionale, sono stati rimossi dal sito alla fine della scorsa settimana.

Il presidente nazionale del Customs and Immigration Union, Jean- Pierre Fortin, ha affermato che ai membri che lavorano a stretto contatto con i dipendenti del Canada Post è stato chiesto di stare lontani dalla struttura per una controversia con il Canada Post su quante persone nello stabilimento sono effettivamente infettate dal Covid- 19.

La struttura Gateway è un fulcro centrale per la rete di consegna e smistamento della posta e dei pacchi del paese.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.