Top Ceo e lavoratori,
si allarga il divario negli stipendi:
ecco il rapporto shock

di Francesco Veronesi del 4 January 2023

TORONTO - Si allarga il divario degli stipendi tra i principali amministratori delegati delle compagnie canadesi e i lavoratori. La conferma arriva da un’istantanea scattata dal rapporto annuale del Canadian Centre for Policy Alternatives nel quale viene messo in luce come i 100 Ceo più pagati nel settore privato della nostra economia guadagnino circa 243 volte quello che prende in busta paga un lavoratore medio. Come era già successo negli anni passati, il gap aumenta a un ritmo sempre più alto. Nel rapporto viene poi sottolineato come per i principali dirigenti d’azienda basti un giorno e 43 minuti di lavoro per guadagnare il salario medio di un canadese, quantificato quest’anno a quota 58.800 dollari.

"In un momento di incertezza per i lavoratori che affrontano l’inflazione e in un momento in cui abbiamo visto la ripresa della nostra economia, il rapporto solleva davvero la questione fondamentale di chi beneficia della crescita economica", ha dichiarato David Macdonald, economista senior presso il CCPA e autore del rapporto. "Sono tutti i canadesi, o sono davvero solo le persone al vertice che vedono questi enormi pacchetti salariali?".

Alcuni esperti dicono che il problema non è direttamente quanto guadagnano i dirigenti, ma piuttosto come lo fanno. Tra i suggerimenti del think-tank per colmare il divario retributivo c’è una tassa sulla ricchezza, anche se ciò potrebbe porre problemi di per sé.

I dirigenti meglio pagati in Canada hanno guadagnato in media 14,3 milioni di dollari nel 2021, secondo il rapporto del CCPA, che ha analizzato i dati delle società sull’indice TSX Composite. Nel frattempo, il lavoratore medio del settore privato ha guadagnato poco meno di 58.800 dollari nel 2021, secondo i dati di Statistics Canada, un aumento del tre per cento rispetto alla media di $ 57.000 nel 2020.

Con l’inflazione che ha iniziato a galoppare nel 2021, nel bel mezzo della pandemia di COVID-19, alcune aziende hanno dichiarato che avrebbero aumentato i prezzi al consumo per tenere conto delle interruzioni della catena di approvvigionamento e della carenza di manodopera. Quell’anno, l’economia ha iniziato a riprendersi dalla crisi provocata dalla pandemia, ma i critici hanno affermato che le società stavano approfittando di un aumento dell’inflazione per ottenere un profitto significativo e consentire ai dirigenti di raccogliere bonus significativi. "Il problema non è che gli amministratori delegati vengono pagati più del lavoratore medio. Certamente, dovrebbero essere pagati più del lavoratore medio", ha aggiunto Macdonald. "Il problema qui è quanto rapidamente il divario stia crescendo".

Il rapporto del CCPA afferma che gli amministratori delegati nel livello più alto guadagnano solo l’otto per cento del loro reddito da uno stipendio effettivo. Osserva che negli ultimi anni c’è stata una maggiore dipendenza dalla "compensazione di tipo bonus" che, in teoria, si basa su profitti, entrate e prestazioni aziendali.

Ma non solo. Gli alti dirigenti delle principali compagnie possono godere di determinati pacchetti di compensazione che alla fine dell’anno fanno schizzare alle stelle il guadagno totale. Accanto alla busta paga, infatti, possiamo trovare le azioni dell’azienda e bonus legati alla prestazione, che molto spesso si traducono in guadagni stratosferici. Alla fine del 2021, l’inflazione anno su anno era del 4,8%. Con l’inflazione inclusa, il lavoratore medio ha subito un taglio salariale del 2 per cento, mentre la retribuzione media per gli amministratori delegati più ricchi è stata aumentata del 26 per cento, secondo il rapporto.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.