Gli effetti del virus: i ricchi recuperano, alcuni restituiscono 

di Priscilla Pajdo del February 2, 2021

TORONTO - Il coronavirus ha causato  la morte di oltre due milioni di persone. Milioni di altri in più si trovano ad affrontare la povertà. Migliaia fra più dotati del mondo in termini di beni materiali hanno recuperato le perdite indotte dalla pandemia entro nove mesi. Per gli altri, ci vorranno decenni per riprendersi, intanto, miliardi lottano tirando a sbarcare il lunario.

Ad esempio, alcuni dei 2.095 miliardari del mondo hanno registrato una crescita della loro ricchezza tra i mesi da marzo a dicembre 2020. In particolare, nei settori della tecnologia e dell’assistenza sanitaria.

Un caso, il fondatore di Amazon, la fortuna di Jeff Bezos è aumentata del 65% durante quel periodo. Ciò riflette una crescita della ricchezza del valore di 73,7 miliardi di dollari (USD), secondo i dati della lista annuale dei miliardari di Forbes.

Nello stesso periodo, Elon Musk, fondatore di Tesla e SpaceX, ha registrato l’aumento più elevato - il 524%. Ciò rappresenta un aumento del patrimonio netto di 129 miliardi di dollari (USD). Evidentemente, le finanze di alcuni sono più in salute di altre.

Anche in Canada, sulla scia del Covid-19, milioni di persone hanno perso il lavoro e devono affrontare l’insicurezza finanziaria. Eppure, nei primi sei mesi della pandemia, venti fra i miliardari della nazione hanno accumulato una crescita combinata di ricchezza di $28 miliardi (CAD $ 37).

Si accumula un tesoro in vari modi. Tipicamente, la ricchezza è "fatta da sé", ereditata o una combinazione di entrambi.

Come per alcune delle loro controparti meno ricche, i miliardari condividono una particolare porzione in attività filantropiche. Secondo un recente rapporto pubblicato nel 2020 di Wealth-X, un’agenzia di ricerca e informazione patrimoniale, oltre la metà di tutti i miliardari nel 2020 (51%), elenca la filantropia come loro interesse primario. Alcuni esempi includono atti caritatevoli e altre attività a scopo di aiutare gli emarginati e la società nel suo insieme.

Nei primi cinque mesi dell’anno, oltre il 10% dei miliardari ha donato per cause correlate al Covid- 19. Oltre a ciò, diversi hanno dato in forma anonima e sotto forma di donazioni non monetarie come SPA e altre forniture sanitarie.

Una osservazione interessante è la gamma demografica dei filantropi miliardari e la loro propensione a contribuire a varie cause basate sull’origine della loro ricchezza.

Come notato, la fortuna monetaria può venire da una grande idea, da una saggia invenzione, da investimenti intelligenti o da un’eredità. È quello che si fa con esso che potrebbe fare la differenza in una società.

Negli ultimi cinque anni, fra le donne miliardarie – solo un decimo dei “fortunati” globali - il 68% delle donne che hanno ereditato la loro ricchezza ha contribuito per oltre un milione di dollari ciascuna a varie cause caritatevoli. Tra queste figurano cause che affrontano le questioni della povertà, dell’uguaglianza, dell’istruzione, dell’ambiente e dell’assistenza sanitaria (grafico 1).

Dei filantropi maschili che ereditano la loro fortuna, solo il 5% contribuisce con somme superiori a un milione.

Quando la ricchezza è "fatta da sé", i tassi di “altruismo” sono quasi invertiti. Sono gli uomini (67%) che sono più generosi nelle loro donazioni. Al contrario, solo il 12% delle filantrope femminili è generoso quando la loro ricchezza è "fatta da sé".

Nell’anno passato, Bezos ha fatto la più grande donazione di beneficenza, 10 miliardi di dollari (USD) al Fondo Terra. Si tratta di un’iniziativa per contribuire a combattere il cambiamento climatico. Significativo ma difficilmente rimarcabile, data la crescita della sua fortuna accumulata. Tuttavia, dovremmo essere grati.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.