Che i trustee rispondessero
ai cittadini che servono

di Priscilla Pajdo del January 18, 2022

TORONTO - Il dibattito morale ed etico relativo alla responsabilità del trustee sembra essere una questione sempre presente. Il lavoro non è facile. Sono funzionari eletti pubblicamente con un compito per rappresentare gli interessi dei loro elettori. Gli amministratori dei vari consigli scolastici cattolici in Ontario sono responsabili nei confronti di coloro che servono, mentre allo stesso tempo, sostengono la protezione, la conservazione e la promozione del sistema educativo cattolico.

I genitori hanno il libero arbitrio di decidere dove i loro figli saranno educati. Mentre diversi fattori possono influenzare questa scelta, coloro che hanno scelto di iscrivere i loro figli al sistema scolastico cattolico, lo fanno con uno scopo. In una partnership unica tra casa, scuola e parrocchia, l'educazione cattolica mira a sviluppare gli studenti come membri che contribuiscono alla società attraverso l'integrazione dell'eccellenza accademica, lo sviluppo sociale e la formazione alla fede.

Tali scuole sono costituzionalmente protette dalla clausola confessionale del Constitution Act, 1867. La Carta canadese dei diritti e delle libertà sostiene ulteriormente i diritti e i privilegi delle scuole confessionali. Niente o nessuno può interferire con i diritti del sistema scolastico confessionale in cui agli studenti viene insegnata la pienezza della fede cattolica in conformità con gli insegnamenti magisteriali della Chiesa cattolica.

Secondo l'Ontario Catholic School Trustees Association, "le scuole cattoliche dell'Ontario hanno una tradizione ben riconosciuta e celebrata di fornire comunità inclusive e accoglienti in cui tutti gli studenti sono incoraggiati a realizzare il loro pieno potenziale come individui unici creati a immagine di Dio".

Tuttavia, ci sono alcuni attivisti il cui scopo è interferire con quel processo e quelli di amministratori eletti il cui mandato è quello di aderire agli insegnamenti magisteriali della Chiesa cattolica. I contribuenti cattolici si aspettano che i loro fiduciari eletti svolgano i loro doveri fiduciari in modo morale ed etico coerente con gli insegnamenti della Chiesa.

Per gli amministratori fiduciari del Consiglio scolastico distrettuale cattolico di Halton (HCDSB), le loro azioni saranno sotto esame da parte delle parti interessate e dei contribuenti mentre si incontrano stasera per discutere questioni come l'alzabandiera del Pride questo giugno.

Un altro punto in discussione stasera è una mozione che richiederebbe ai genitori / tutori dei minori di esprimere il consenso nella raccolta delle informazioni del censimento degli studenti. Si tratterebbe di un emendamento all'attuale modello di "consenso implicito" previsto per l'indagine del censimento nella primavera del 2022.

Il censimento stesso sembra essere un punto di contesa tra genitori e parti interessate. Hanno espresso preoccupazione per la privacy e la protezione delle informazioni sensibili raccolte nel sondaggio che include domande relative allo stato socioeconomico, all'identità di genere e all'orientamento sessuale.

Per coloro che sostengono un sistema educativo cattolico, questi problemi mettono in discussione le motivazioni del Consiglio nel nutrire e preservare un sistema scolastico cattolico per le generazioni future. Evidenzia anche il fatto che gli amministratori fiduciari sono responsabili nei confronti dei contribuenti cattolici che servono e il loro obbligo etico e morale di adempiere al loro mandato con integrità.

Questa "integrità" è ulteriormente sotto esame in quanto una fiduciaria, Nancy Guzzo, deve affrontare dodici accuse di frode in relazione al suo precedente impiego presso l'Unione internazionale dei lavoratori del Nord America (LiUNA). Oggi, il caso si presenta davanti ai tribunali di Hamilton (per la nona volta), a seguito dell’ennesima riunione di risoluzione prevista per il 13 gennaio 2022. I tentativi precedenti non hanno portato a una risoluzione.

Durante l'ultima data del tribunale (21 dicembre), il Crown Counsel sembrava avere perso pazienza con le tattiche di stallo dicendo: "questa questione deve andare avanti". Si prevede che la Difesa presenterà una designazione (dettagli di un patteggiamento o una data per il processo) oggi, come indicato dal giudice Bouchard.

Queste sono circostanze sfortunate per chiunque, per non parlare di un membro del Consiglio. Ha lasciato molti contribuenti preoccupati a chiedersi perché non si sia ritirata dalle questioni e dalle decisioni dell'HCDSB fino a quando i suoi problemi legali non saranno stati risolti.

Il Corriere ha contattato i funzionari del Consiglio per un commento su questo argomento. Al momento della stampa, non c'è stato alcun commento ufficiale sulla situazione da parte del direttore né del presidente del consiglio di amministrazione.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.