La pandemia cambia
la migrazione internazionale

di Priscilla Pajdo del January 7, 2022

TORONTO - Di solito, la maggior parte delle persone lascia il proprio paese natale alla ricerca di migliori opportunità. Alcuni migranti partono per lavoro, per studio o per raggiungere la famiglia. In effetti, diversi fattori possono determinare i movimenti della popolazione tra i quali povertà, disordini politici, violenze, disastri naturali o conflitti. Secondo le ultime stime delle Nazioni Unite sulla migrazione internazionale (metà dal 2020), quasi 281 milioni (M) di migranti vivono fuori dal Paese natale.

Questa cifra rappresenta circa il 3,6% della popolazione mondiale e sembra in crescita. Nel 2000 i migranti internazionali sono stati 173 milioni, nel 2010 la popolazione migrante è aumentata a 221 milioni.

Nelle precedenti edizioni il Corriere Canadese ha riportato il fenomeno migratorio dall'Italia. La serie si è concentrata sulle principali destinazioni per i migranti italiani. Se si considerano le prime destinazioni dei migranti internazionali, l'Italia si colloca tra i primi 15 paesi ospitanti.

Il Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite stima che in Italia si siano stabiliti 6,4 milioni di migranti internazionali, che rappresentano circa il 10,6% della popolazione nazionale.

In definitiva, dal 1970 gli Stati Uniti rimangono la principale destinazione per i migranti internazionali. Le stime più recenti suggeriscono che 50,6 milioni di nati all'estero risiedono nel paese nordamericano. Rappresentano circa il 15,3% della popolazione americana.

Il secondo paese più popolare tra i migranti è la Germania, che ospita 15,8 milioni di migranti internazionali, circa il 18,8% della popolazione del paese. Circa 13,5 milioni di nati all'estero risiedono in Arabia Saudita, seguiti dalla Russia con 11,6 milioni e dal Regno Unito con 9,4 milioni. Il Canada è all'ottavo posto a livello mondiale con 8 milioni di migranti internazionali che rappresentano il 21,3% della popolazione canadese.

Quando si tratta di quali paesi hanno le maggiori diaspore, l'India è in cima alla lista. Quasi 18 milioni di persone provenienti dall'India vivono al di fuori del loro paese natale. Il Messico è il paese di origine al secondo posto con una diaspora di 11,2 milioni di persone.

Altri paesi con una grande concentrazione di nativi che vivono all'estero includono la Russia (a 10,8 milioni) e la Cina (a 10,5). Dei 281 milioni di migranti internazionali nel mondo, 3,3 milioni provengono dall'Italia, seguiti da vicino da 3 milioni di americani e 1,3 milioni di canadesi.

La migrazione internazionale ha i suoi vantaggi. Le diaspore contribuiscono allo sviluppo dei loro paesi d'origine attraverso vari mezzi come la promozione degli investimenti esteri, del commercio, della tecnologia e dell'inclusione finanziaria. Tuttavia, la pandemia ha interrotto la mobilità della popolazione globale attraverso la chiusura dei confini nazionali, divieti di viaggio e varie restrizioni Covid.

Potrebbe essere troppo presto per determinare gli impatti del Covid-19 sulla popolazione migrante. Tuttavia, i dati preliminari suggeriscono che solo due milioni di migranti sono arrivati in altri paesi entro la metà del 2020. Ciò rappresenta un calo del 27% rispetto all'anno precedente.

Questa diminuzione può avere un impatto significativo sui mezzi di sussistenza di milioni di migranti e delle loro famiglie. Le Nazioni Unite ritengono che un tale declino potrebbe bloccare i progressi nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, sottolineando ulteriormente la cooperazione internazionale e le strategie nazionali per mitigare gli effetti di tale perdita.

(traduzione in italiano a cura di Mariella Policheni)

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.