Vaccino a 12 anni,
non serve l’ok dei genitori

di Priscilla Pajdo del May 27, 2021

TORONTO - Gli abitanti dell'Ontario non vedono l’ora che la vita torni alla normalità. Alcuni di loro hanno apprezzato il clima caldo e durante il lungo weekend del Victoria Day hanno celebrato l'inizio non ufficiale dell'estate. Migliaia di altri, compresi bambini di appena dodici anni, si sono messi in fila fuori dalle cliniche per la somministrazione dei vaccini in attesa di ricevere la loro iniezione.

Venerdì, la provincia dell'Ontario ha spostato di una settimana la data per l'ammissibilità al vaccino per chiunque abbia più di dodici anni. Inizialmente, il 31 maggio era il giorno in cui le persone di età compresa tra 12 e 17 anni potevano prenotare il loro appuntamento per il vaccino.

Tuttavia, alcune unità di sanità pubblica della provincia, come Peel, Toronto e York, hanno già vaccinato i ragazzi in quella fascia di età. Ad esempio, il 20 maggio, la regione di Peel ha esteso l'ammissibilità ai vaccini alle persone di età superiore ai dodici anni.

Il messaggio che ha fatto seguito all'annuncio della Regione di Peel ha colto di sorpresa alcune persone. Peel ha informato la comunità, tramite Twitter, di un aggiornamento relativo alle informazioni sul consenso alla vaccinazione. Il messaggio recitava: "I giovani di età superiore ai 12 anni possono acconsentire all'immunizzazione di propria volontà, a condizione che comprendano i benefici e i rischi della vaccinazione". (vedi il Tweet qui sotto)

L'ultimo "aggiornamento" sul consenso alla vaccinazione solleva la questione di chi ha l'autorità di agire per conto di un bambino. Al momento, Pfizer è l'unico vaccino approvato dal National Advisory Committee on Immunization (NACI) e Health Canada per l'uso negli adolescenti dai dodici anni in su.

In un contesto scolastico, un genitore/tutore deve firmare un modulo di consenso per il proprio figlio per farlo partecipare ad una gita. Lo stesso vale per quanto riguarda le vaccinazioni degli studenti per vaccini come l'epatite B, il meningococco e l'HPV. Le persone di età pari o inferiore a 13 anni richiedono la firma di un genitore o di un tutore legale. Perché allora un minore, all'età di 12 anni, dovrebbe essere autorizzato ad acconsentire di ricevere un vaccino anti Covid-19?

Secondo una risposta pervenuta via e-mail dal Peel Public Health (PPH), la vaccinazione contro il Covid-19, che si svolge nelle cliniche dei vaccini, "ha una logistica diversa e richiedeva un diverso processo di consenso per ridurre al minimo gli ostacoli alla vaccinazione".

In questo caso, è stato un team di medici della sanità pubblica, infermieri e consulenti legali a sviluppare la policy che è stata approvata alla fine della scorsa settimana. Un portavoce di PPH ha dichiarato: “un vaccino Covid-19 (solo Pfizer) può essere somministrato a un bambino di età compresa tra 12 e 15 anni se fornisce il consenso informato a riceverlo e ha la capacità di prendere la decisione. Ciò è coerente con le indennità legali previste dalla legge sul consenso all'assistenza sanitaria ”. L'Health Care Consent Act dell'Ontario non indica un'età minima di un minore per fornire il suo consenso alla vaccinazione.

Qualsiasi minore che fornisce il consenso informato al vaccino dichiara di comprendere la natura della profilassi, il motivo per cui viene raccomandato e i benefici e i rischi della scelta di accettare o rifiutare il vaccino. Solo nel caso in cui il minore non sia in grado di fornire da solo il consenso informato a ricevere il vaccino, il genitore o il tutore legale del bambino è tenuto a dare il consenso.

Le famiglie in tutta la provincia hanno un disperato bisogno che la vita torni a una sorta di normalità. Secondo la Roadmap provinciale per la riapertura, una componente chiave di tale obiettivo sono i tassi di vaccinazione, oltre al calo delle ospedalizzazioni, dei ricoveri in terapia intensiva, del tasso di nuovi casi e del tasso di positività.

Solo quando circa il 70-80% degli adulti dell'Ontario avrà ricevuto almeno la prima dose e il 25% sarà completamente vaccinato, la vita tornerà a somigliare a qualcosa di simile a quella pre-Covid.

Al 23 maggio, i numeri resi pubblici dal Ministero dell'Ontario mostrano che i funzionari sanitari hanno somministrato oltre 8 milioni di dosi. Solo il 3,7% degli adulti dell'Ontario risulta completamente vaccinato.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.