Accordo e leadership grit
tra ipotesi e retroscena

di Francesco Veronesi del 7 October 2022

TORONTO - Un accordo rappresenta un documento vincolante tra due o più parti contraenti che si impegnano a implementarlo e rispettarlo. In politica chi mette in calce la propria firma utilizzerà i poteri che gli derivano dalla carica occupata - in tutti i livelli di governo - per applicare le misure e i provvedimenti che vengono enunciati nell’accordo stesso.

Ieri è stato presentato in pompa magna il “Bevilacqua-Del Duca Accord”, un piano in dieci punti sottoscritto dal sindaco uscente e l’aspirante primo cittadino di Vaughan.

L’operazione politica è abbastanza chiara: Del Duca (nella foto sopra) sta impostando la propria campagna non sulla stra-usata e inflazionata formula del “cambiamento”, ma della continuità rispetto all’amministrazione cittadina che ha governato Vaughan negli ultimi 12 anni. Ma seguendo questa linea, sarebbe bastato un semplice endorsement - che puntualmente è arrivato - da parte di Bevilacqua, a sottolineare quindi un’unità di vedute e di obiettivi politici e a indicare a una parte dell’elettorale quale direzione prendere.

Ma Bevilacqua dal 25 ottobre, giorno successivo al voto, sarà un semplice cittadino, senza alcun potere effettivo di implementazione dell’accordo siglato con Del Duca. L’impressione, che conferma quanto scritto dal Corriere Canadese già dopo l’annuncio di Bevilacqua alla vigilia del voto provinciale del 2 giugno sulla sua intenzione a non ricandidarsi, è che lo stesso ormai ex sindaco di Vaughan abbia intenzione di rimanere nella politica attiva.

L’ipotesi che l’ex esponente grit possa candidarsi alla corsa alla leadership per il Partito Liberale provinciale è tuttora viva e vegeta, in una sorta di reciproco scambio di testimone con l’ex leader Del Duca. Chiunque voglia candidarsi, in ogni caso, dovrà davvero rimboccarsi le mani dopo le due imbarcate elettorali prese nel 2018 e nel 2022.

Alle ultime elezioni i liberali hanno conquistato appena 8 seggi sui 124 disponibili, una Caporetto politica che ha costretto Del Duca a dimettersi la sera stessa del voto.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.