Istruzione (3): terreno
fertile per la disonestà

di Joe Volpe del September 8, 2022

TORONTO - Il concetto generale che rafforza lo scopo dell'elezione di individui non politicamente allineati a livello comunale è sempre stato quello di garantire che gli interessi e le prospettive locali prevalgano per questioni puramente locali. Ciò vale per gli trustee eletti nei Provveditorati locali, in cui le disposizioni sulla residenza qualificano i candidati. Puoi aspirare ad un ruolo solo nel luogo in cui vivi.

Lo è doppiamente per coloro che desiderano rappresentare i contribuenti cattolici nei Provveditorati cattolici. Devono anche soddisfare la qualifica religiosa perché la legge del Paese (la Costituzione) lo richiede.

A livello scolastico, il Durham District School Board (DDSB) ha visto ultimamente più della sua "giusta quota di polemiche". Hanno assistito a un insolito avvicendamento di trustee durante questo mandato. Il 6 settembre, il Consiglio - probabilmente il personale Senior, che [ovunque] in genere vede i trustee come scomodi fastidi - ha progettato la cacciata di due amministratori, Chris Braney e Michael Barrett, ad appena due mesi dalle elezioni.

Secondo un articolo presentato da Jillian Follert, giornalista di Oshawa this Week, il DDSB ha chiesto due pareri legali sulla questione dei requisiti di residenza come requisiti per l'elezione al ruolo e per il mantenimento dell'ufficio. Per gli avvocati la legge municipale e la legge sull'istruzione parlano chiaro: i due fiduciari non sono più qualificati. Entrambi gli studi legali erano d'accordo: Braney e Barrett dovevano andarsene. Si intuisce che il principio è troppo importante per aspettare i risultati delle elezioni.

I nostri lettori potrebbero riconoscere i nomi dei fornitori di tali opinioni. Eric Roher, di BLG, è il "consulente esterno" predefinito del TCDSB.

Nel 2020 è stato affermato che il fiduciario Maria Rizzo non aveva soddisfatto le disposizioni sulla residenza per le elezioni del 2018; aveva una residenza vicino a Wasaga. Roher non gli ha dato peso e ha lasciato al Commissario per l'Integrità il compito di dire che non aveva importanza.

Tuttavia, come da parere legale commissionato dal DDSB, "Una persona con lo scopo di candidarsi a un consiglio scolastico, può avere una sola residenza alla volta".

Il Corriere ha ricercato e documentato altre due residenze che Rizzo ha indicato come indirizzi qualificanti a Toronto. Nessuno dei tre era di proprietà di un elettore cattolico. Sarà stata grata per il silenzio di Roher.

L'altro parere legale è venuto da Nadya Tomachenko di Miller Thompson. Il suo contributo ha "fornito copertura" all'Halton Catholic District School Board a luglio, quando il presidente, Marvin Duarte, e il vicepresidente Brenda Agnew, hanno orchestrato il dibattito su una presunta violazione del Codice di Condotta del Fiduciario da parte di un collega, Vincent Iantomasi.

Avevano sporto denuncia, condotto le indagini e redatto il loro verbale (in realtà, l'ex Direttore l'aveva fatto compilare a un collaboratore) e sospesero Iantomasi per due mesi. Iantomasi era in congedo medico quando ciò è accaduto e non ha potuto rispondere alle accuse.

Duarte e Agnew sono membri woke di un gruppo quasi politico, Halton Parents for Change (HPC), apertamente contrario ai valori cattolici... nelle scuole cattoliche. Sembrano determinati a eliminare la "C" dall'HCDSB.

A prescindere dai meriti in qualsiasi ideologia essi sposino, la loro stessa esistenza è in contrasto con l'etica fondamentale dei consigli scolastici confessionali garantiti dalla Costituzione ed è molto probabilmente insostenibile anche sotto le restrizioni legali della legge sull'istruzione e della legge municipale.

Consentire loro di candidarsi alle cariche nei Provveditorati cattolici equivale a invitare rapinatori di banche che brandiscono pistole a entrare in una banca per effettuare prelievi... indipendentemente dal fatto che abbiano depositi esistenti o meno.

Nel grafico qui sopra (di Raquel Martins), la "torta" dell'Istruzione che dovrebbe andare agli studenti e che invece viene spartita fra i vari studi legali per gestire il comportamento dei trustees  

Nella foto in alto, il DDSB (immagine da https://www.durhamradionews.com)

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.