I "consulenti di equità"
trasformati in mercanti di odio
erodono e distruggono sistemi e diritti

di Joe Volpe del May 30, 2021

Avrete notato che le scuole sono chiuse. I bambini (questa è la definizione legale per le persone di età inferiore ai 18 anni) "studiano a distanza", se lo fanno davvero. L'apprendimento a distanza è di gran moda. Il contagio, la vaccinazione, l '"immunità di gregge" hanno sostituito la matematica, la scienza, il know-how tecnico, lo sviluppo delle abilità sociali e il pensiero critico.

Il ministro dell'Istruzione Stefano Lecce, ovunque si trovi, ha un'agenda diversa. Caitlin Clark, il suo portavoce, ha detto che il ministro "è stato chiaro: tutte le forme di odio, razzismo e discriminazione non hanno posto in Canada". Ecco, se sei come me, ti sentirai già meglio.

Stava rispondendo all'ultima scaramuccia suscitata dall'Equity Advisor di un consiglio scolastico assunto per portare armonia, inclusione, rispetto e dignità per la persona umana nell'ambiente educativo. No, questo non fa parte del consiglio scolastico del distretto cattolico, anche se potrebbe essere stato assunto dal direttore Browne quando era sovrintendente al consiglio scolastico distrettuale di Toronto (TDSB).

Javier Davila, sedicente "queerLatine", ha scatenato una tempesta di diatriba personale, odio etnico, fanatismo religioso, sconvolgimento politico, intolleranza sindacale, cattiva condotta professionale. Ho dimenticato di menzionare l'antisemitismo?

TDSB, il più grande consiglio scolastico del paese, è incaricato di istruire 220.000 bambini. Il 6% dei residenti di Toronto sono ebrei (190.000 residenti). TDSB afferma che il due per cento (circa 4.000 bambini) dei suoi studenti proviene da quel gruppo. Potrebbero essercene molti meno il prossimo settembre.

Il signor Davila ha deciso che, in un ambiente che vede le scuole in modalità di lockdown, dovrebbe inviare manuali per combattere la colonizzazione e l'oppressione ... a Gaza e Israele (no, non Toronto), proprio mentre missili e razzi stavano piovendo su Palesdtinesi e Israeliani entrambi - Musulmani ed Ebrei, allo stesso modo, con diversi gradi di mortalità.

Per il signor Davila è tutta una questione di "gruppo -izzati" nella società: emarginalizzati, razzializzati, colonizzati, sessualizzati che sono sotto il controllo di oppressori privilegiati e religiosamente bigotti.
Ecco un esempio, citanfo il web del TDSB, del suo contributo all'educazione:

La mailing list per la prevenzione della violenza basata sul genere, un messaggio di posta elettronica che include risorse, annunci di eventi e altre notizie e articoli relativi alla prevenzione della violenza di genere, alla prevenzione della violenza sessuale e alle relazioni sane utilizzando un anti-razzista, intersezionale e decoloniale quadro critico che richiama l'antisemitismo e l'islamofobia.

Queste risorse utilizzano un'analisi del potere e supportano il pensiero critico e l'azione sulla trasformazione delle condizioni che consentono danni e la creazione di quelle che promuovono la guarigione, la cura, la dignità e la liberazione. Queste risorse mirano a supportare i giovani 2SLGBTQ + con identità multiple e appartenenti a comunità NERE, INDIGENE, RAZIALIZZATE e DISABILI. Sostengono la sovranità indigena, l'autodeterminazione indigena e LAND BACK.

Ha attirato l'attenzione di Sue Ann Levy (che non conosco personalmente), una rispettata scrittrice-giornalista, ex candidata a una carica politica (conservatrice) e lesbica ammessa pubblicamente. Succede che sia anche ebrea. Ha obiettato al modo in cui le risorse pubbliche del TDSB venivano [ab]usate per fomentare sentimenti antiebraici e antisemiti a Toronto.

La solita Macchina del Fango è subito entrata in funzione per metterla alla berlina. Ha lanciato una petizione online destinata agli educatori del TDSB per dissuadere il consiglio dal disciplinare il signor Davila. Venerdì, alle 22:00, quasi 3597 si erano già iscritti.

La petizione si legge come un Manifesto Marxista di "incitamento all'odio". Leggetelo qui: #JusticeForJavier

Queste sono le persone che vorrebbero "istruire ed educare i nostri figli".

Il grafico presente nel documento sottostante (copiato dal sito web di TDSB) illustra chi frequenta il TDSB, l'ex datore di lavoro del direttore Browne, attualmente ceo del TCDSB: Who Our Students Are

Si noti che solo il 33% degli studenti è cristiano - 72.600 bambini.

Giovedì, il direttore Browne ha orchestrato gli amministratori cattolici affinché autorizzassero la conduzione di un'indagine di censimento simile per il TCDSB. Potrebbe non essere a conoscenza del fatto che quasi il 100% della sua popolazione è cattolica, cioè 90.000 bambini. Forse questo è "il problema che sta cercando di risolvere".

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.