Influenza, ora mancano
i farmaci per adulti

di Mariella Policheni del 9 January 2023

TORONTO - Dopo la carenza di farmaci per il trattamento di febbre e dolore in età pediatrica - peraltro non ancora risolta del tutto - è ora la volta di quelli per raffreddore, tosse e influenza per adulti. Gli scaffali vuoti o semivuoti in tante farmacie del Canada la dicono lunga sulle difficoltà nel sistema di approvvigionamento.

Sono infatti numerosi i farmacisti che hanno riferito di essere completamente senza farmaci per il raffreddore e l'influenza per adulti o di avere una "fornitura minima". “Non sono stati identificati problemi nella produzione che spieghino queste carenze”, ha affermato Mina Tadrous, assistente universitaria nella facoltà di Farmacia presso l'Università di Toronto, specializzata in policy sui farmaci e vigilanza dei farmaci.

Sia Tadrous che la vicepresidente degli affari pubblici e professionali presso la Canadian Pharmacists Association Joelle Walker, ritengono che il problema sia un'enorme domanda poiché sempre più persone si ammalano durante questa brutale stagione di malattie respiratorie. A peggiorare una situazione già di per se difficile, sono gli acquisti dettati dal panico e dall’accumulo di scorte delle persone preoccupate di non poter acquistare il farmaco in caso di bisogno.

Ma nonostante la smisurata domanda, queste non sono le prime carenze di medicine in Canada, ha detto Walker, e rivelano un problema più profondo con il modo in cui il Paese gestisce la sua fornitura di farmaci. “Succede che carenze si verifichino di tanto in tanto, affrontiamo la situazione e andiamo avanti - ha detto Walker - ciò che vorremmo vedere è un piano d'azione più completo per prevenire la scarsità. In aiuto potrebbe venire la creazione delle condizioni in cui non solo le case farmaceutiche siano disposte a investire nella produzione nazionale qui, ma siano anche disposte a portare i loro prodotti sul mercato canadese", ha affermato.

Inoltre, il governo federale deve impegnarsi nello sviluppo di un "elenco critico di farmaci", che secondo Walker identificherebbe i medicinali più importanti per i canadesi e quali siano i rischi di carenza. Tali rischi potrebbero includere la dipendenza da solo uno o due produttori per un determinato farmaco. “Un elenco di questo tipo consentirebbe al governo di intraprendere azioni come rafforzare la produzione interna o lavorare con altri Paesi che producono quei farmaci - ha affermato Tadrous - inoltre, il Canada ha bisogno di migliorare i dati di cui dispone sulle forniture di farmaci in modo da poter reagire più rapidamente in caso di insufficienza, piuttosto che aspettare "fino a quando gli scaffali non saranno vuoti".

In una dichiarazione inviata per e-mail alla Canadian Press, l'ufficio del ministro federale della Salute Jean-Yves Duclos ha dichiarato di essere "a conoscenza della situazione relativa ai farmaci per il raffreddore e l'influenza degli adulti". "Stiamo monitorando attentamente la situazione poiché si sta evolvendo rapidamente - si legge nella nota - il nostro ufficio e Health Canada sono già in contatto con i produttori in Canada e all'estero".

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.