Addio a Mel Lastman,
primo sindaco della ’megacity’

di corriere canadese del December 13, 2021

TORONTO - È morto l'ex sindaco di Toronto Mel Lastman: aveva 88 anni ed è venuto a mancare a casa sua sabato pomeriggio.

Conosciuto per la sua stravaganza e schiettezza, Lastman è stato per sei anni il primo sindaco di "megacity", il nome dato a Toronto dopo la fusione di sei Comuni nel 1998. Prima di allora, è stato sindaco dell'allora Comune di North York per più di due decenni, dal 1973 al 1997.

Il sindaco di Toronto John Tory, che ha lavorato nella campagna elettorale di Lastman e ha prestato servizio nel suo ufficio di gabinetto, ha reso omaggio sabato al suo ex capo, definendolo "un uomo gentile e di buon cuore. Lastman - ha detto Tory - aveva una personalità straordinaria e ha sempre voluto fare la cosa giusta per le persone. Era così impegnato con la città e ha lavorato per tutto il tempo in cui è stato in carica per assicurarsi che Toronto andasse avanti come una città unita e nel 21° secolo. Mentre piangiamo la sua scomparsa, voglio ringraziare ancora Mel Lastman per il suo servizio a North York e all'intera città di Toronto. Mancherà tanto a coloro che lo hanno conosciuto e amato. Possa la sua memoria essere una benedizione".

Tory ha ordinato che tutte le bandiere del municipio e di altri edifici comunali siano abbassate a mezz'asta per onorare l'ex primo cittadino, Ha anche proposto di offrire al pubblico l'opportunità di firmare un libro di condoglianze.

Il premier dell'Ontario Doug Ford ha a sua volta reso omaggio a Lastman sabato, descrivendolo come un "vero leader e costruttore" per Toronto. "Era un grande sindaco", ha scritto Ford in un tweet. "Mel, ci mancherai davvero. I miei pensieri sono con la famiglia Lastman in questo momento difficile."

Mike Colle, che ha lavorato nella corsa a sindaco di Lastman nel 1998, ha detto che il suo "amico e mentore" si preoccupava tanto di Toronto, mettendo il suo cuore e la sua anima nella città. "In pratica ha creato la nuova Toronto. Ha messo insieme quei sei Comuni durante la notte, ne ha fatto una città", ha detto Colle. "Lo ha fatto accadere solo con il suo sudore, passione. Non ha mai smesso di cercare di far accadere le cose. Era sempre con le maniche rimboccate ed è sicuramente una delle persone più memorabili che ho mai incontrato e con la quale ho avuto l'onore di lavorare".

Colle ha ricordato quando Lastman chiamò i militari per chiedere aiuto nel 1999 per rimuovere la neve dalle strade della città, una delle decisioni controverse prese da "Mega City Mel" durante il suo mandato in politica. "Il motivo per cui chiamò l'esercito era perché temeva che le ambulanze e i camion dei pompieri non potessero salire e scendere per le strette strade di Toronto", ha detto Colle. In un'intervista con la Canadian Press nel 2009, 10 anni dopo quell'episodio, Lastman aveva affermato di essere orgoglioso di quella sua iniziativa: "Ho fatto la cosa giusta".

Nato il 9 marzo 1933, Lastman è cresciuto a Kensington Market. E mentre in seguito si è trasferito a North York, Lastman "ha sempre mantenuto lo spirito di Kensington con sé", ha detto Colle.

La morte di Lastman è il passaggio di un'era, afferma l'ex consigliere comunale di Toronto Joe Mihevc. "Se dovessi riassumere in una frase ciò che ha fatto Lastman, potrei dire che ha effettivamente riunito questa città": Mihevc ha lavorato con Lastman come consigliere comunale quando è iniziata la megalopoli. "Ci ha aiutato a pensare insieme come cittadini di Toronto".

Prima di dedicarsi alla politica, Lastman era un uomo d'affari. Ha aperto il primo "Lastman's Bad Boy Superstore" nel 1955 in Weston Road. Dopo il ritiro dalla politica, alcuni cittadini di Toronto più giovani hanno avuto modo di conoscere Lastman dagli spot televisivi per il negozio con suo figlio Blayne, nei quali urlava lo slogan "Nooobody!".

Anche altre figure politiche hanno reso omaggio a Lastman, tra cui il sindaco di Brampton, Patrick Brown, e il leader conservatore federale Erin O'Toole.

Lastman lascia una famiglia numerosa: figli, nipoti e pronipoti. Sua moglie, Marilyn, è morta nel gennaio del 2020 a seguito di una breve malattia.

Il funerale si terrà stamani, alle 10am, presso la Benjamin's Park Memorial Chapel in Steeles Avenue a North York.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.