"Vaccini, la priorità
per residenti hot spot
e lavoratori essenziali"

di Francesco Veronesi del April 26, 2021

TORONTO - Il governo provinciale dell’Ontario deve puntare alla svolta se vuole davvero aumentare il ritmo nella campagna di vaccinazione. È quanto viene chiesto dagli esperti del Science advisory table provinciale in un rapporto nel quale viene messa in luce la necessità di ricalibrare gli standard e le linee guida utilizzate fino a questo momento per vaccinare i residenti.

Secondo i virologi in questa fase il focus dovrebbe essere spostato dalle fasce d’età ad altri due criteri: priorità per i lavoratori essenziali e interventi diretti negli hotspot della provincia, ovvero in quelle aree dell’Ontario dove il contagio del Covid-19 corre più velocemente.

“Si deve - si legge nel rapporto - accelerare la vaccinazione dei lavoratori essenziali, delle loro famiglie e di tutti gli altri residenti che vivono negli hotspot: questo permetterebbe una protezione più efficace per le persone comprese nella fascia d’età dai 16 ai 59 anni".

D’altro canto, i dati presenti nel rapporto pubblicato dagli esperti del Science advisory table sono abbastanza chiari. In Ontario esistono delle regioni che sono state in grado di frenare la curva dei contagi e altre aree dove, al contrario, la pandemia sta picchiando più duramente.

Secondo il rapporto, la metà di tutti i contagi che vengono registrati giornalmente si verifica in aree che rappresentano il 20 per cento dell’Ontario. Allo stesso tempo, i dati dell’analisi mostrano come i residenti di quelle particolari zone stanno avendo delle difficoltà oggettive ad accedere ai vaccini.

Nel frattempo, il Canada e l’Ontario sono in attesa di un potenziale incremento delle dosi settimanali dei vaccini in arrivo dalla Pfizer. Nei prossimi sette giorni la compagnia americana invierà a Ottawa un milione di dosi, e di queste circa 400mila sono destinate all’Ontario.

Ieri la ministra federale Anita Anand ha confermato come il governo federale si trovi in fase avanzata nella trattativa con AstraZeneca per ricevere un numero maggiore di dosi nell’immediato futuro.

Infine, secondo covid19tracker.ca, in Ontario si stanno sensibilmente riducendo le giacenze dei vaccini, che fino alla scorsa settimana superavano il milione di dosi. Stando agli ultimi dati aggiornati ieri, fino a questo momento l’Ontario ha ricevuto 5.248.345 dosi, somministrandone 4.626.903 (88 per cento).

Sul livello di efficienza, la provincia che sta facendo meglio è il Quebec, che è stata in grado di somministrare il 92,22 per cento delle 3.066.969 dosi inviate dal governo federale.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.