Vaccinazione a rilento:
in Ontario inoculate
108mila dosi in 24 ore

di Francesco Veronesi del April 9, 2021

TORONTO - La vaccinazione anti- Covid in Canada e in Ontario non decolla. E questo di fronte a un complessivo deterioramento di tutti i principali indicatori - numero di casi, ricoveri, pazienti Covid in terapia intensiva, decessi e tasso di trasmissione - che si va ad aggiungere alle preoccupazioni legate alle nuove varianti, più aggressive e virulente, che ormai sono diventate predominanti nel nostro Paese.

A livello federale nelle ultime settimane c’è stata la svolta sul fronte vaccini. Con il progressivo aumento delle forniture di tre dei quattro vaccini approvati dall’ente regolatore, il Canada sta seguendo la tabella di marcia sulle consegne siglata con le ditte produttrici dei vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca. Anzi, da questo punto di vista nelle prossime settimane assisteremo a un progressivo e significativo aumento delle consegne, con l’obiettivo dichiarato da parte dell’esecutivo federale di raggiungere le 40 milioni di dosi consegnate entro fine giugno.

I dati ufficiali aggiornati ieri da covid19tracker.ca  ci dicono che il Canada ha ricevuto e distribuito alle Province e ai Territori 10.243.470 di dosi. Di queste sono state somministrate 7.155.588, pari al 69,9 per cento del totale. Questo vuol dire che nonostante l’urgenza di iniettare almeno una dose a tutti i cittadini maggiorenni, per arrivare alla tanto agognata immunità di gregge contro il Covid- 19, in questo momento in tutto il Paese ci sono oltre 3 milioni di dosi in attesa di essere inoculate.

In questo caso, è utile ricordare, la responsabilità e la competenza sono tutte a carico delle singole Province e Territori: Ottawa infatti si occupa delle forniture che provengono dall’estero e al successivo smistamento agli enti locali. Da quel momento è invece compito delle amministrazioni provinciali curare l’aspetto logistico e quello legato alla vaccinazione vera e propria dei residenti. In Ontario, la provincia più popolosa del Canada, dall’inizio di gennaio sono arrivate 4.031.325 dosi: di queste, ne sono state somministrate 2.834.784. Mancano all’appello circa 1,2 milioni di dosi, che sono nei frigoriferi degli ospedali e dei centri di vaccinazione di massa.

Ieri, hanno fatto sapere le autorità sanitarie, sono state inoculate circa 108mila dosi, rispetto alle 104mila di mercoledì: si tratta di un record, ma questa non è affatto una notizia positiva.

I numeri sono ancora troppo bassi e di questo passo l’obiettivo di somministrare almeno una dose a tutti entro il primo luglio appare davvero una chimera. Serve la svolta, specialmente nelle aree dove il Covid corre maggiormente.

In Ontario la speranza è quella che con il progressivo abbassamento dell’età minima per vaccinarsi si assista anche a un significativo aumento delle dosi inoculate giornalmente.

A livello percentuale, le province che stanno facendo meglio sono Saskatchewan (somministrato l’82,2 per cento delle dosi consegnate dal governo federale), Quebec e New Brunswick.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.