In Italia 23.696 nuovi contagiati
e 460 vittime

di Giorgio Mitolo del March 26, 2021

ROMA - Sono stati ieri 23.696 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Italia, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute. Sono invece stati 460 i morti nelle ultime 24 ore, che portano il totale dei decessi a 106.799 dall’inizio dell’emergenza legata alla pandemia di Covid-19. 349.472 i tamponi processati ieri, tra molecolari e antigenici, con il tasso di positività al 6,7%.

Sono risultati 260 i nuovi ingressi in terapia intensiva, che portano il numero dei ricoverati Covid in rianimazione ad un totale di 3.620. Il numero di posti letto occupati in più, rispetto a mercoledì, era ieri di 32.

Nel frattempo, secondo un nuovo studio, il corretto e costante esercizio fisico fatto anche a casa, a tutte le età e soprattutto negli anziani, sarebbe uno scudo in più contro il Covid-19. Evitare la perdita di tessuto muscolare - collegata ai processi dell’invecchiamento - riduce il rischio di conseguenze gravi dell’eventuale infezione da coronavirus, perché una buona massa muscolare favorisce una corretta risposta immunitaria.

Avere muscoli in salute accelera anche il processo di guarigione e recupero, contrastando i principali sintomi della sindrome post Covid-19 che - stando ad una ricerca condotta dai medici specialisti in geriatria del Policlinico Agostino Gemelli di Roma - comporta stanchezza o affanno nell’87% dei pazienti che ne sono colpiti e che lamentano malessere persistente anche a distanza di settimane dalla risoluzione dell’infezione.

L’esercizio fisico risulterebbe perciò un vero e proprio ’farmaco salvavita’, sia per ridurre il rischio di ammalarsi sia per superare al meglio la malattia in caso di contagio, tornando più rapidamente e meglio alla normalità.

"È ben noto che un corretto e costante esercizio fisico, ad ogni età, contrasta la perdita di forza e tono muscolare connessa all’invecchiamento, e soprattutto negli anziani, per i quali l’attività fisica è un salvavita perché ha ripercussioni positive sulle capacità cognitive, la disabilità, la funzione cardiovascolare e respiratoria, il ritmo sonno-veglia" spiega il professor Francesco Landi, presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria e direttore di Riabilitazione e medicina fisica del Policlinico Gemelli di Roma.

"Il ruolo centrale della massa muscolare è stato osservato anche in riferimento al Covid - prosegue Landi - e gli anziani più in forma hanno un minor rischio di progressione grave della malattia, perché hanno un sistema immunitario più efficiente".

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.