Vaccini, in arrivo
1,5 milioni di dosi di AstraZeneca

di Francesco Veronesi del March 26, 2021

TORONTO - Nuova accelerata sul fronte vaccinazioni. La prossima settimana arriveranno in Canada 1,5 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca nell’ambito dell’accordo siglato tra il governo federale e l’amministrazione Joe Biden negli Stati Uniti.

La conferma è giunta ieri durante una conferenza stampa dal generale Deny Fortin, capo della task force federale sui vaccini.

Nell’immediato futuro, quindi, le varie Province potranno finalmente passare a una nuova fase della campagna di immunizzazione di massa, che nell’ultimo periodo ha subito un rallentamento generalizzato a causa della mancanza dei vaccini necessari per rispettare la tabella di marcia fissata dal governo.

I vaccini AstraZeneca si andranno ad aggiungere alle 1,2 milioni di dosi del vaccino Pfizer che dovrebbero arrivare nel nostro Paese sempre la prossima settimana. Il gigante farmaceutico si è impegnato a inviare in Canada almeno un milione di dosi alla settimana da qui a giugno, per un totale di circa 9 milioni di dosi.

Per quanto riguarda il terzo vaccino, quello di Moderna, le forniture ufficiali dovrebbero essere di 1,5 milioni di dosi entro metà a-prile, con un significativo aumento da qui all’estate.

Resta ancora abbastanza nebulosa la situazione che riguarda il quarto vaccino, quella della Johnson and Johnson, approvato il mese scorso dall’ente regolatore canadese, che ha il vantaggio di essere monodose, mentre gli altri hanno bisogno di due iniezioni per stimolare la reazione immunitaria nelle persone.

In un primo momento le autorità federali avevano annunciato che le prime forniture del J. and J. sarebbero arrivate in aprile, adesso invece la tempistica è stata allungata e si parla di arrivi entro settembre. Ma come sta procedendo la campagna di vaccinazione nel nostro Paese.

A livello generale, il Canada si trova ancora molto indietro rispetto ai Paesi che hanno attivato una campagna di immunizzazione più aggressiva, come Israele, Gran Bretagna e Stati Uniti. Finora - hanno sottolineato le autorità sanitarie - il governo federale ha distribuito alle Province e ai Territori quasi sei milioni di dosi.

Circa il 10 per cento della popolazione adulta del Canada ha ricevuto almeno una dose. Secondo i dati del Public Health Agency of Canada, è stato vaccinato il 19 per cento della popolazione di età compresa tra i 70 e i 79 anni, una cifra che sale al 60 per cento per la popolazione con più di 80 anni.

A livello provinciale, in Ontario la campagna di vaccinazione procede dando la priorità alle persone più anziane. Lo scorso 15 marzo è partita la vaccinazione di massa per tutte le persone ultraottantenni, mentre la scorsa settimana la fascia è stata allargata a tutte le persone con più di 75 anni.

A livello locale, poi, le singole unità di sanità pubblica godono di una certa autonomia sulla base della disponibilità del vaccino. Nella York Region, ad esempio, da questa settimana è partita la vaccinazione per le persone con più di 70 anni. In fase due, inoltre, verranno aggiunte altre categorie lavorative prioritarie, insieme a persone più giovani che si portano dietro malattie pregresse.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.