Quali problemi,
che fine fanno i nostri soldi

di Joe Volpe del July 28, 2021

TORONTO - Piovono soldi ovunque. Siamo in una modalità di ciclo elettorale in piena regola. Sia il governo federale che quello provinciale fanno annunci multipli, ogni giorno, come in competizione per assicurarsi il sostegno del pubblico. Nel processo, stanno proiettando un'immagine negativa della società canadese (almeno in Ontario e all'estero).

Fino a poco tempo, non molti erano a conoscenza del fatto che le scuole dell'Ontario stavano sviluppando una reputazione come terreno di reclutamento per l'appartenenza a gang e il traffico di esseri umani (ad esempio, prostituzione). Prendiamo in considerazione l'annuncio di ieri del governo provinciale sull'aumento dei programmi per prevenire la violenza giovanile e la tratta di esseri umani. "Il nostro governo sta lavorando con le comunità di tutta la provincia per sostenere i giovani, ridurre la criminalità e rendere l'Ontario più sicuro", ha affermato la dottoressa Merrilee Fullerton, ministro dell'Infanzia, della comunità e dei servizi sociali, in un comunicato stampa. Lo stesso annuncio ha riconosciuto che "il governo federale ha fornito all'Ontario 3,7 milioni di dollari in due anni per il programma di prevenzione della violenza giovanile e della tratta di esseri umani".

O è deplorevole o ridicolo. Secondo lo stesso comunicato, nel 2019, il 65 per cento delle vittime conosciute della tratta identificate dalla polizia aveva meno di 25 anni e il 22 per cento aveva meno di 18 anni. Se qualcuno ha meno di 18 anni, di solito frequenta le scuole superiori sotto la tutela del consiglio scolastico locale e del Ministero della Pubblica Istruzione (e il suo Ministro, Lecce), o è uno "scappato di casa".

Questo potrebbe essere il motivo per cui un'altra ministra, Jane Mc Kenna, nello stesso comunicato, ha affermato che "intervenire precocemente con bambini e giovani a rischio di essere presi di mira per il traffico di esseri umani è una parte fondamentale della strategia del nostro governo per combattere questo crimine". Il Ministero della Pubblica Istruzione non è in grado o non è attrezzato per farlo? Ha un piano di spesa di circa 31 miliardi di dollari all'anno.

Ma il procuratore generale, Doug Downey insiste sul fatto che il suo governo è "determinato a smantellare le reti criminali che depredano i giovani e i vulnerabili nei nostri quartieri, e questi incoraggianti nuovi programmi aiuteranno le comunità a combattere contro armi, droga e traffico di esseri umani che alimenta operazioni delle bande e il continuo reclutamento di adolescenti e giovani adulti a rischio”. Qualcosa deve spiegare le alte percentuali di condotta criminale fatte ricadere sui nostri bambini e sui nostri giovani.

Forse la risposta sta nella sua affermazione che "sostenere i giovani e le famiglie è una parte fondamentale delle strategie anti-tratta di esseri umani e di armi, bande e violenza del nostro governo per ridurre la violenza e affrontare i crimini di tratta di esseri umani nelle comunità dell'Ontario". Gli Undici nuovi programmi sono progettati per attaccare le cause profonde della violenza e della vittimizzazione (compresa la tratta di esseri umani a scopo di prostituzione).

Alcune organizzazioni comunitarie specifiche hanno il compito di fornire i programmi. Nessuna menzione su come le famiglie – i genitori – vengono sostenute, o come il curriculum viene adattato per aiutare.

È interessante notare che il giorno prima, un'altra organizzazione, PAFE (genitori come primi educatori) ha inviato il proprio comunicato stampa condannando l'iniziativa di entrambi i livelli di governo che sponsorizzano iniziative curricolari sostenute dalla legislazione a sostegno delle risorse curricolari che minano la guida dei genitori nell'etica e nella moralità sociale.

(Torneremo presto su questo argomento)

Nella foto: Queen’s Park (pixabay.com)

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.