Vaccino Moderna: prime dosi in arrivo entro la fine del 2020   

di Francesco Veronesi del December 16, 2020

TORONTO - Il governo federale si cautela sul fronte vaccini. Ad annunciare l’ennesima svolta è stato ieri Justin Trudeau, che ha presentato i dettagli del nuovo accordo siglato tra Ottawa e Moderna: non appena arriverà il via libera da parte del ministero della Sanità, l’azienda americana invierà in Canada 168mila dosi del suo vaccino nelle prime 48 ore.

Stando alle previsioni, Health Canada dovrebbe dare luce verde al vaccino Moderna entro pochi giorni, quindi la vaccinazione partirà prima della fine del 2020.

"Si tratta di un’ottima notizia - ha commentato il primo ministro durante una conferenza stampa - anche perché il vaccino Moderna presenta dei vantaggi, in primo luogo non presenta alcune difficoltà logistiche legate al trasporto a temperature molto basse come quello della Pfizer. Il vaccino Moderna potrà quindi essere trasportato nei Territori e nelle regioni più remote senza troppi problemi".

Il governo federale ha siglato nei mesi scorsi un accordo di massima con Moderna per la fornitura complessiva di 40 milioni di dosi, con l’opzione per arrivare a 50 milioni. Come per il vaccino della Pfizer, anche quello di Moderna necessita per essere efficace di una iniezione di richiamo: per vaccinarsi quindi saranno necessarie due dosi.

"Voglio rassicurare tutti i canadesi - ha continuato Trudeau - i vaccini che vengono approvati dal nostro ministero della Sanità sono sicuri ed efficaci e nei prossimi mesi saranno a disposizione di tutti i canadesi che vorranno vaccinarsi".

La sperimentazione sul vaccino Moderna è iniziata lo scorso luglio, coinvolgendo 30mila volontari: di questi, 15mila hanno ricevuto il vaccino, agli altri è stato somministrato il placebo. In tutto solo 11 volontari hanno avuto il Covid-19 e nessuno in forma grave.

Buone notizie anche sul fronte del vaccino della Pfizer. Il primo ministro ha annunciato che è previsto l’arrivo di forniture aggiuntive in aggiunta alle 249mila già annunciate: si tratta di altre 200mila dosi che arriveranno in Canada entro la fine di quest’anno. Inoltre aumenta il numero di siti dove saranno somministrati i vaccini nei prossimi giorni: si passa dagli attuali 14 a circa 70 in tutto il Paese.

Il primo ministro, pur non nascondendo una certa soddisfazione per la svolta garantita dai vaccini nella lotta di contenimento della pandemia di Covid-19, ha comunque invitato alla cautela. "Non è questo il momento di abbassare la guardia - è stato il monito del leader liberale - perché finalmente possiamo vedere la fine del tunnel. Il nostro comportamento individuale, anche in vista del periodo di festività che sta arrivando, avrà delle conseguenze in questa seconda ondata".

"Il vaccino - ha concluso il primo ministro - ci dà finalmente speranza, ma nei prossimi mesi dovremo continuare ad adottare quei comportamenti di responsabilità collettiva come abbiamo fatto dalla scorsa primavera. Questo sarò l’ultimo inverno in cui avremo il Covid-19, poi finalmente potremo festeggiare tutti insieme la fine di questa pandemia".

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.