Il mercato immobiliare
frena: giù le vendite

di Mariella Policheni del May 10, 2022

TORONTO - Ad aprile i potenziali acquirenti di case hanno notato chiari segnali di raffreddamento del mercato immobiliare di Toronto, inversione di tendenza confermata dal Toronto Regional Real Estate Board (TRREB).

Le vendite, secondo il TRREB sono diminuite di circa il 41% rispetto allo scorso anno e del 27% dal mese scorso: le vendite di aprile sono state 8.008 in tutta la regione, in calo rispetto alle 13.613 dello stesso mese dello scorso anno e alle 10.939 di marzo.

Un calo, questo, che viene attribuito agli acquirenti di immobili che, considerato che gli interessi salgono riducendo il loro potere di acquisto, hanno deciso di non affrettarsi ad investire nel mattone. “Appare chiaro che la Bank of Canada stia raggiungendo il suo obiettivo di rallentare la spesa dei consumatori mentre al tempo stesso combatte l'inflazione elevata - ha affermato il presidente del TRREB Kevin Crigger - nelle ultime quattro settimane i tassi ipotecari negoziati sono aumentati notevolmente, spingendo alcuni acquirenti a ritardare i loro acquisti”.

Il calo delle vendite anno su anno è stato maggiore nell'area circostante Toronto conosciuta come la 905 ed è stato particolarmente evidente nella categoria delle case unifamiliari.

Le vendite di case unifamiliari nel 905 sono state 2.732, un calo di oltre il 47% rispetto all'anno precedente, mentre le 1.033 vendite di ville a schiera del mercato si traducono in un calo del 44%. Lo scorso mese le vendite di case bifamiliari nella zona del 905 sono state 491, una flessione del 40% rispetto all'anno prima mentre le vendite di condomini sono state 685 ed indicano una diminuzione di circa il 32%.

Le vendite di case unifamiliari ad aprile nella città di Toronto, che è associata al prefisso 416, hanno raggiunto 868, una riduzione del 34% rispetto all'anno precedente, e le vendite di case bifamiliari - 311 - sono diminuite del 26%. Le vendite di case a schiera per il mese ammontavano a 335, un calo del 42% rispetto allo stesso mese dell'anno prima, mentre 1.488 sono stati i condomini venduti ad aprile, in discesa del 35% rispetto allo stesso mese del 2021.

I cali delle vendite hanno pesato anche sui prezzi delle case, che per gran parte della pandemia di Covid sono aumentati in modo costante e sono stati spesso alimentati da guerre di offerte e intensa concorrenza. Lo scorso mese il prezzo medio nella Greater Toronto ha raggiunto oltre $ 1,2 milioni, in discesa rispetto a circa $ 1,3 milioni del mese prima.

Tuttavia, il costo medio ad aprile era più caro di circa il 15% rispetto all'anno precedente, quando il prezzo medio era superiore a $ 1 milione.

“Si prevede che ci sarà abbastanza concorrenza tra gli acquirenti per supportare la continua salita dei prezzi rispetto al 2021, ma il ritmo di crescita annuale si modererà nei prossimi mesi”, ha affermato Jason Mercer, capo analista di mercato di TRREB.

Da notare inoltre che ad aprile i nuovi listini sono scesi di circa il 12% passando dai 20.841 dello stesso mese dell’anno precedente a 18.413.

“Molti clienti devono ancora inserire nel listino vendite le loro proprietà perché sono ansiosi di vedere come il mercato risponderà ai tassi di interesse, alle imminenti elezioni in Ontario, alla guerra della Russia in Ucraina e all'aumento dell'inflazione”, ha affermato l’agente immobiliare di Toronto di PSR Brokerage, Despina Zanganas.

I punti interrogativi sono tanti al momento, solo il tempo potrà dire quale direzione imboccherà il mercato immobiliare.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.