Più fondi alla polizia,
Tory sotto attacco

di Mariella Policheni del 5 January 2023

TORONTO - È stata accolta in modo negativo la proposta del sindaco di Toronto John Tory di aumentare quest’anno il budget della polizia di Toronto di ben 48,3 milioni. I fondi alla polizia dell’anno scorso sono stati di circa 1,1 miliardi di dollari.

Le critiche al sindaco sono piovute da più parti, i cittadini non vedono di buon occhio questa mossa che secondo Tory è “indispensabile per reprimere i crimini violenti”, soprattutto perché la città non sembra godere di buona salute dal punto di vista finanziario.

A novembre, Tory ha affermato che Toronto stava affrontando un deficit di bilancio per il 2023 di 1,5 miliardi di dollari a causa della pandemia e di altri fattori e che “tagli estremi ai servizi e aumenti delle tasse potrebbero essere inevitabili a meno che i governi provinciale e federale non decidano di immettere altro denaro nelle casse di City Hall”.

Nonostante una campagna di pressione pubblica organizzata dal sindaco questo aiuto non si è concretizzato del tutto ma Tory, durante la conferenza stampa di martedì, ha cambiato completamente tono. La sua amministrazione, ha detto, ha "disposizioni in atto" per garantire che la città possa far quadrare il budget di quest’anno spendendo di più per la polizia e altri servizi.

L’allarme, in apparenza, sembra essere rientrato. “La città può permettersi l’aumento del budget della polizia, che secondo lui sarà presto accompagnato da annunci di più denaro per altri servizi vitali come i trasporti - ha dichiarato Tory - so che le persone sono estremamente ansiose per i recenti atti di violenza che abbiamo visto nella nostra città e in tutta la Gta. L’incremento dei fondi destinati alla polizia rappresenta un investimento responsabile e necessario per mantenere Toronto al sicuro”.

Secondo l’ufficio del sindaco il nuovo finanziamento servirebbe per l’espansione del programma Toronto Police Neighbourhood Community Officer, con l’assunzione di 200 agenti e 90 poliziotti speciali, aggiungendo 20 operatori al 911 per raccogliere le chiamate di emergenza e altre iniziative. Tory ha anche annunciato altri 2 milioni di dollari per programmi per giovani e famiglie "per affrontare le radici della violenza".

La presentazione ufficiale del bilancio 2023, il primo che Tory supervisionerà con i suoi nuovi poteri di "sindaco forte", è prevista martedì prossimo. Il piano di spesa dovrebbe andare in consiglio il 14 febbraio, dopo le revisioni del comitato e le consultazioni pubbliche.

Ma non si tratta solo dello spauracchio di nuove tasse che pioveranno sulla testa dei cittadini nel momento in cui - tra inflazione e paniere della spesa più caro - non è facile sbarcare il lunario.

L’assunzione di altri poliziotti, secondo numerosi esperti, non è una garanzia che i crimini diminuiranno. Akwasi Owusu-Bempah, professore associato della facoltà di Sociologia presso l’Università di Toronto che studia ’policing’ , ha affermato che il piano del sindaco per combattere il crimine fornendo risorse aggiuntive alla polizia è semplicistico e non supportato da prove. “Sappiamo che più polizia non equivale a meno criminalità o comunità più sicure. A provarlo sono numerosi rapporti", ha tagliato corto.

Owusu-Bempah è più che convinto che un budget più cospicuo alla polizia non ridurrà la criminalità, perché questa “è intimamente legata a problemi sociali come un’istruzione inadeguata, mancanza di sostegno familiare, povertà e disoccupazione”. Il docente ha citato lo studio del governo dell’Ontario del 2008 sulle radici della violenza giovanile, che per affrontare il crimine armato nella provincia raccomandava l’aumento dei programmi di salute mentale, la riduzione della povertà e la creazione di più spazi comunitari.

“L’aumento dei finanziamenti proposto da Tory è una strategia politica volta ad accontentare le persone che sostengono un approccio duro per debellare i crimini ma non sarà questa la via d’uscita da molti dei problemi alla base della criminalità”, ha concluso Owusu-Bempah.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.