Variante inglese, settimo caso a Bradford Valley

di Mariella Policheni del January 25, 2021

TORONTO - Il sospetto è stato confermato: gli esami di laboratorio condotti su sei tamponi prelevati nella casa di cure a lunga degenza Roberta Place hanno identificato la variante del Covid- 19 altamente contagiosa proveniente dal Regno Unito. Lo ha confermato il Simcoe Muskoka District Health Unit (SMDHU).

I casi riguardano cinque residenti e un dipendente della LTC di Barrie dove fino a sabato sono risultati positivi al virus 127 residenti e 84 membri del personale che rappresentano la metà dello sta. impegnato nel far fronte al focolaio scoppiato nella struttura. In sostanza sono solo due gli anziani che ancora non hanno contratto il virus. Ed oltre a staff e residenti a risultare positivi al virus sono anche 5 visitatori essenziali e 21 familiari di psw e nurse della Roberta Place Long Term Care Home.

Complessivamente sono 32 i residenti che da quando l’epidemia è scoppiata l’8 gennaio sono deceduti a causa del Covid-19.

Sebbene finora solo sei tamponi siano risultati positivi per la variante britannica il dottor Charles Gardner, responsabile medico della salute di SMDHU, ritiene che tutti i residenti e il personaleabbiano contratto il nuovo ceppo di Covid.

Dopo che i test di laboratorio preliminari hanno identificato un'alta probabilità che ci fosse una “variante”, il secondo test di sequenziamento del genoma ha confermato che si tratta della variante B.1.1.7 del Regno Unito: i ricercatori ritengono che il ceppo inglese, così come la variante 501Y. V2 del Sud Africa, sia più trasmissibile di circa il 50% rispetto ad altre varianti del virus. A destare preoccupazione è però anche il ceppo E484K trovato in Brasile.

Gardner ha detto che la casa di cura sta facendo tutto il possibile per contenere la variante, ma ha aggiunto di essere "molto allarmato" per la sua diffusione nella comunità più ampia. «La mia apprensione è molto alta. Questo virus, questa variante, si è dimostrato altamente contagioso. Si è diffuso rapidamente nella casa di cura nonostante i grandi sforzi fatti per impedirlo e ora ha infettato molti lavoratori, altro personale venuto in soccorso di Roberta Place per debellare il virus e persino alcuni membri delle famiglie del personale».

«Roberta Place non ha mai messo in atto il tipo di isolamento che comporta la riduzione dei movimenti del personale o l'esposizione del personale ai casi a causa della riduzione dei livelli di staff. Questo è certamente qualcosa che occorre fare quando scoppia un focolaio del virus ma non è stato fatto», ha ammesso Gardner.

L’ufficiale sanitario ha affermato che poiché la variante ha già infettato i membri della famiglia di coloro che hanno lavorato nella LTC, è probabile che la trasmissione nella comunità sia già avvenuta. Ed infatti Simcoe-Muskoka District Health Unit ha già confermato un settimo caso della variante in una persona che “ha avuto uno stretto contatto con una persona che fa anche parte di un focolaio di Covid-19 presso la Bradford Valley Care Community, una casa di cura a lunga degenza a Bradford West Gwillimbury”.

La Bradford Valley Care Community ha attualmente sei casi tra i suoi 230 residenti e tre tra i suoi 260 membri del personale. Dall'inizio della scorsa settimana, SMDHU ha ordinato che la guida temporanea di Roberta Place fosse affidata all'Orillia Soldiers' Memorial Hospital in modo da poter disporre di maggiore staff, attrezzature e forniture.

Lo scorso fine settimana, la casa ha inoculato le prime dosi del vaccino anti-Covid-19 di Pfizer BioNTech a 135 membri del personale e 21 residenti. Tuttavia, l’Associate Medical Officer of Health Colin Lee, ha detto che la casa avrebbe dovuto ricevere il vaccino Moderna prima, ma le dosi sono state dirottate verso le regioni con un maggiore numero di focolai nelle case di cura a lunga degenza.

«Penso che se avessimo ricevuto un vaccino un mese fa questo focolaio sarebbe stato molto meno grave», ha detto.

Intanto i contagi tra i residenti nelle LTC sono 1.298, quelli tra lo sta. 1.142: altri 24 anziani sono morti nel giro di ventiquattrore portando il totale dei decessi dovuti al Covid a 3.322.

Nella foto: Roberta Place LTCH

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.