Virtuale o in presenza,
entro agosto la scelta

di Mariella Policheni del May 21, 2021

TORONTO - A seguito della decisione del governo dell'Ontario di consentire alle famiglie di scegliere per l’anno scolastico 2021-2022 tra l'apprendimento in presenza e la didattica a distanza, il Toronto District School Board (TDSB) ha comunicato ai genitori che la decisione non dovrà essere presa fino a metà agosto.

La scelta, lascia intendere il provveditorato pubblico di Toronto è importante e quindi non deve essere affrettata: la decisione di mandare i propri figli a scuola o di far seguire loro le lezioni online da casa dovrà essere comunicata dai genitori con la compilazione di un modulo di selezione online che verrà inviato ai genitori ad agosto.

Non è una scelta facile per i genitori: l’incertezza dettata dalla pandemia di Covid-19, il timore che i figli possano contrarre il virus, le lezioni in presenza che qualora i contagi riprendessero a salire verrebbero interrotte non sono fattori che aiutano a far spostare l’ago della bilancia da una parte o dall’altra. La speranza, soprattutto da qualche settimana a questa parte, è che con la vaccinazione di massa le infezioni scendano e lo spauracchio messo in conto dai virologi di una eventuale quarta ondata di Covid, rimanga solo un brutto pensiero.

Tra tante variabili la certezza è che per decidere di far frequentare in presenza le lezioni i genitori vogliono avere una idea ben precisa di come le scuole si preparano per quel che concerne le linee guida per la sicurezza e la salvaguardia della salute dei bambini.

“Entro la metà di agosto il TDSB si aspetta di essere in una posizione migliore per fornire informazioni sulle misure di salute e sicurezza per lo studio in presenza e si aspetterà livelli più elevati di vaccinazione tra il personale TDSB, gli studenti e le famiglie - si legge nella email indirizzata dal provveditorato ai genitori dei ragazzi che frequentano le sue scuole - per questo motivo il provveditorato prevede che per il prossimo anno scolastico 2021-2022 un numero maggiore di famiglie opterà per l’apprendimento in presenza.

C’è da dire anche che a partire dal 31 maggio il vaccino sarà somministrato anche ai ragazzi dai 12 ai 17 anni e questo fa ben sperare. L’immunizzazione degli insegnanti nella provincia, invece, ha preso il via il 10 aprile dopo lunghe pressioni: la categoria ha ribadito a più riprese di non sentirsi a proprio agio nel recarsi nelle scuole per insegnare. Nei mesi scorsi alcuni docenti di scuole che si trovano negli hotspot si sono rifiutati di entrare nelle classi.

Fino ad ora il TDSB - che è il più grande consiglio scolastico del Canada e il quarto più grande del Nord America - è il primo provveditorato dell’Ontario a iniziare a pianificare l’inizio del prossimo anno. Rimangono ancora in attesa di ricevere i dettagli per la riapertura delle scuole di settembre le famiglie degli studenti nelle scuole del Toronto Catholic District School Board (TCDSB) e degli altri provveditorati della provincia.

Nel frattempo i ragazzi sembrano dover concludere l’anno in corso lontani dalle aule.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.