La ricetta per il successo: le pari opportunità

di Priscilla Pajdo del December 7, 2020

TORONTO - "Pari opportunità per tutti" è un ideale a cui molti si sforzano, ma le disparità persistono. Le disuguaglianze di genere tra uomini e donne esistono in tutto il mondo negli affari, nel governo e nella società. La promozione della parità di genere contribuisce alla crescita economica, al progresso sociale e allo sviluppo sostenibile a livello nazionale e culturale.

Il 1° dicembre 2020, la Digital Bank N26, ha pubblicato uno studio che misura i risultati e le opportunità femminili in cento paesi in tutto il mondo. N26 è una delle prime banche (digitali) basate su app. Creata nel 2013, mira ad essere la prima banca che opera solamente su app a livello globale. Lo studio N26 non è completo, ma elenca i paesi di alto livello aperti alle donne per opportunità misurate dai punteggi di una moltitudine di fattori.
La Norvegia si classifica al primo posto, seguita dalla Finlandia al secondo posto. Il Canada si è piazzato dodicesimo posto su 100 paesi (grafico 1). Alcuni di questi fattori includono la leadership politica e aziendale, il divario salariale di genere e l’accesso femminile all’istruzione. Il Covid-19 ha mitigato questi fattori. Tuttavia, ha anche offerto l’opportunità di osservare come le donne capi di governo hanno gestito i loro paesi durante la pandemia. Lo studio N26 ha rivelato alcuni risultati interessanti. Ad esempio, misurando i decessi da Covid-19 per un milione di abitanti, ha confrontato alcuni paesi guidati da donne con paesi guidati da uomini.

I dati nel grafico 2 riflettono le vittime correlate al Covid-19 al 22 novembre 2020.
I paesi governati da leader femminili (Nuova Zelanda, Norvegia e Finlandia) avevano tassi di mortalità notevolmente più bassi.
Un paese esempio guidato da un uomo, come il Giappone, con un tasso di mortalità di 15,6 pro capite, accusa un tasso a livello tre volte quello dei 5,2 per milione della Nuova Zelanda.
Paesi di dimensioni simili per popolazione - l’Irlanda, con quasi cinque milioni di abitanti - hanno registrato un tasso di mortalità di 412 per milione, oltre ottanta volte quello della Nuova Zelanda.
Uno sarà tentato a concludere che "le donne hanno la stoffa" per gestire, specialmente durante una crisi. Ad esempio, la cancelliera tedesca, Angela Merkel (nella foto in alto), è alla guida del Paese in questi mesi di pandemia e la Germania sta registrando un tasso di mortalità inferiore - 168,9 per milione - rispetto ai paesi di dimensioni comparabili in termini demografici e mix industriale. Il tasso comparabile nel Regno Unito, 819,6 decessi per milione, è quasi cinque volte superiore a quello della Germania. Che cosa significa?
Tra la vasta gamma di stili di leadership, alcuni suggeriscono che le donne leader potrebbero avere una tecnica intangibile che è diversa e benefica. Altri semplicemente notano i risultati e incoraggiano un maggiore coinvolgimento femminile nella politica
Classificando i paesi con il punteggio più alto per le donne al governo, il primo grado va al Ruanda, con un punteggio di 100. Il 61% dei parlamentari del paese sono donne. Questa è la percentuale più alta a livello mondiale, ma è solo un elemento in considerazione.
Il paese più potente del mondo, gli Stati Uniti, ha appena raggiunto un recente “prima volta per donna". Nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2020, Kamala Harris è stata eletta come prima vicepresidente donna nella storia degli Stati Uniti.
Ogni nazione lotta per il successo economico e sociale. Promuovere le pari opportunità per tutti i membri della società potrebbe influire positivamente nel raggiungere tali obiettivi.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.