Quando è troppo è troppo.
Lecce l’avrà capito?

di Joe Volpe del 21 December 2022

TORONTO - La sciarada che si sta svolgendo nell'HDSB con le buffonate dell'insegnante transgender è un affronto al buon senso, al decoro pubblico e alle aspettative professionali. La comunità scolastica è soggetta ripetutamente a minacce alla sua sicurezza pubblica. Per diversi mesi, la Oakville Trafalgar High School, la città di Oakville, la provincia dell'Ontario e il Canada sono stati oggetto di scherno internazionale poiché Kyle/Kaila Lemieux sfoggia gigantesche protesi al seno dentro e fuori la scuola.

Fino a lunedì, Stephen Lecce, ministro dell'Istruzione, era sparito. Forse uno dei membri dei suoi gruppi di azione politica (ex Vaughan Working Families o Nonnas for Stephen) lo ha chiamato e gli ha detto che il pubblico ne ha avuto abbastanza. O forse il Premier ha deciso di stringere il guinzaglio.

Ad ogni modo, sembra che il governo abbia finalmente deciso di dire all’ Halton District School Board che il suo marchio di woke ha dei limiti. Ancora più importante, i funzionari del ministero hanno finalmente deciso che l'amministrazione e i fiduciari scolastici dell’HDSB non possono più nascondersi dietro la giustificazione per tutti gli usi di "si tratta di diritti umani".

In risposta a quella che sembra essere stata una “domanda” accuratamente posta durante una conferenza stampa, lunedì 19 dicembre, il ministro Lecce ha manifestato la sua preoccupazione ufficiale che la questione possa essere “sfuggita di mano”. O forse no.

Kristin Rushowy del Toronto Star ha acciuffato la sua risposta stereotipata: “Continuo a credere che l'[HDSB], che è il datore di lavoro, abbia l'obbligo di garantire che queste aule siano luoghi sicuri e rispettosi in cui apprendere. Gli insegnanti devono mantenere i più alti standard professionali quando sono di fronte ai bambini", ha affermato Lecce.

“Non credo che l'amministrazione del provveditorato lo abbia fatto fino ad oggi, e credo che l'Ontario College of Teachers confermi questo principio. Ha affermato che il consiglio ha le autorità necessarie per far rispettare tali standard, quindi mi aspetto che lo facciano", ha concluso.

Chiaramente, fino ad oggi, il Consiglio scolastico e l'Amministrazione hanno “preso in giro” lui e il parere di esperti legali consigliando loro di fare l'ovvio: ripristinare una parvenza di sanità mentale nei consigli scolastici come l'HDSB.

Puntare il dito contro la controcultura, i funzionari woke, senza imporre direttive non è certo un segno di leadership. Forse le Nonnas for Stephen non sono state abbastanza chiare, o quelle Vaughan Working Families non mandano i loro figli a scuola da nessuna parte.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.