“Insurrezione prevista”
(bloccata sul nascere):
la crisi di Ottobre 1970
paragonata a oggi

di Joe Volpe del February 16, 2022

TORONTO - Chiedo comprensione ai nostri lettori per aver invocato alcune "riflessioni sull'esperienza personale" nel commento all'annuncio fatto dal nostro governo che invocherà la legge sulle nuove emergenze (Emergencies Act – EA).

Al momento in cui scrivo, confesso di non aver ancora visto una riga per iscritto su cosa conterrà effettivamente, una volta che sarà presentato alla Camera dei Comuni. Ho seguito assiduamente praticamente ogni domanda e risposta diretta ai nostri leader politici e il commento di dotti accademici convocati, all’ultimo momento, per condividere la loro saggezza.

Ho anche provato a leggere quanto possibile dell'Emergencies Act (EA). Il riferimento più informato e obiettivo che ho potuto leggere con un preavviso così breve è stato scritto da Peter Rosenthal (The New Emergencies Act: Four Times the War Measures Act, 1991 20-3 Manitoba Law Journal 563, 1991 CanLII Doc. 129). L’avv. stava fornendo una valutazione accademica dell'EA introdotta e approvata dall'allora governo conservatore alla fine degli anni '80. All'epoca ero un candidato che si preparava per l'elezione alla Camera dei Comuni.

Permettetemi di condividere le mie preoccupazioni. Il War Measures Act (WMA), per chi non sapesse, è stato invocato tre volte nella storia canadese, due volte come copertura per reclutare una popolazione francofona reticente per uno sforzo bellico che consideravano un affare "anglo". Erano ancora molto dibattuti nei giorni inebrianti del Quiet Revolution e della guerra del Vietnam alla fine degli anni '60.

La seconda invocazione della WMA, 1940, includeva la denuncia degli italiani (e altri) come "stranieri nemici" soggetti a carcerazione, "sorveglianza 24 ore su 24, licenziamento sommario dai luoghi di lavoro, confisca di proprietà e abusi generali e ridicolizzazione senza giustificazione .

A San Valentino, non è stato né piacevole né rassicurante vedere due Ministri di origine italiana in prima linea e al centro nella spiegazione del perché questo Atto di Emergenza sia necessario dopo diciassette giorni di inerzia. Non ho potuto fare a meno di ricordare un altro Primo Ministro nell'ottobre del 1970 che giustificava la terza imposizione della WMA ... perché percepiva un'insurrezione contro l'autorità dello Stato.

Alcuni lettori ricorderanno che un certo Front de Liberation du Quebec (FLQ) aveva portato la Quiet Revolution – una trasformazione culturale della società del Quebec – a un punto non così signorile: far saltare in aria le cassette postali, molestare i cittadini (soprattutto italiani) che preferivano mandare i propri figli a Separate Schools (inglese), rapire un diplomatico inglese (James Cross) e uccidere un ministro provinciale, Pierre Laporte.

Tutto questo è successo a Montreal e dintorni. Come ha sottolineato Rosenthal, le questioni e l'attività criminale sono state risolte localmente da agenti locali dei tribunali che agivano indipendentemente dai poteri federali. Le autorità provinciali che operavano in un clima di tentativo di riaffermare la loro “sovranità” non vorrebbero/potrebbero diversamente.

Tuttavia, l'RCMP ha utilizzato i poteri concessi per condurre blitz contro quella che vedevano come l'influenza in espansione delle organizzazioni di distribuzione di droga nella Colombia Britannica, nel Québec occidentale e nell'Ontario meridionale. Stavano "seguendo il denaro" [associato alla droga]. Ci si può chiedere che cosa è risultato dalle loro indagini?

Oggi, come ha sottolineato un ministro, l'EA parla di “seguire il denaro”. Presumibilmente per evitare che "influencer stranieri" interferiscano nella nostra vicenda perché alcuni donatori americani hanno contribuito con alcune migliaia di dollari a un convoglio di Camionisti. Circa il 90% dei canadesi vive entro 100 chilometri dal confine americano. Data la natura della loro attività, la stragrande maggioranza dei partecipanti ai convogli è, con ogni probabilità, coinvolta nel commercio transfrontaliero. Ci si dovrebbe aspettare che non abbiano amici?

Il presidente Biden gestisce un budget multimiliardario, cosa ha chiesto al nostro Primo Ministro in quella telefonata?

(traduzione in Italiano a cura di Marzio Pelù)

In alto, un'immagine storica scattata durante la crisi di Ottobre 1970 (foto da https://www.thecanadianencyclopedia.ca)

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.