Toronto ’trashy’ fra spazzatura
e mascherine abbandonate

di corriere canadese del 31 December 2021

TORONTO - Toronto produce 900.000 tonnellate di rifiuti all'anno. Ma non è chiaro se questa cifra sia pre-pandemia. La spazzatura non è un problema incentrato su Toronto. È stato recentemente riportato dal New York Times che 193 Paesi hanno prodotto 8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica legati alla pandemia. Si prevede che 1,5 miliardi di maschere per il viso finiranno nei nostri oceani.

L'articolo continua descrivendo gli uccelli che tessono maschere per il viso nei loro nidi; foche e pulcinelle di mare che si impigliano nelle mascherine; tartarughe marine con maschere nello stomaco. Potremmo andare avanti all'infinito sulla rete intricata che abbiamo tessuto con i DPI, ma se guardiamo a questa storia da lontano, in termini di oceani e animali esotici dall'altra parte dell'emisfero, allora continueremo a sentirci lontani da questo problema. A Toronto non abbiamo carini "pulcini di mare" tanto carini. Abbiamo il lago Ontario.

Una singola mascherina chirurgica, se lasciata in riva al mare, ha la capacità di rilasciare 16 milioni di microplastiche. Che ne dite di una tazza di caffè di Tim Hortons? Una dozzina? Due dozzine? Mentre mi trovo sotto un ponte a Etobicoke di fronte a quelle che sembrano almeno un centinaio di tazze di Tim Horton, rabbrividisco al pensiero di cosa potrebbe significare una cosa del genere per le nostre generazioni future. Per chiarire, racconto questa storia non con l'intenzione di chiamare fuori Tim Hortons, ma piuttosto è solo un esempio del disordine che gli abitanti di Toronto si sono creati, molto prima che questa pandemia colpisse. La comune tazzina da caffè scartata a piacimento: questo non è un "problema pandemico". Questo è un "problema delle persone". Cioè, le persone che sono semplicemente troppo pigre, troppo indifferenti e semplicemente non potrebbero essere disturbate da micro-rifiuti che causano macro-problemi.

La verità è che la nostra spazzatura non viene più scaricata nel Michigan. Infatti, viene inviata a "Green Lane Landfill". Che scherzo crudele, chiamarlo come i pascoli verdeggianti. La discarica di Green Lane si trova a 200 km a ovest di Toronto e a soli 25 minuti a sud di London, nell'Ontario. Non ho intenzione di andare alla discarica di Green Lane in qualsiasi momento nel prossimo futuro, anche se so che sarà più facile arrivarci senza dover mostrare il passaporto delle vaccinazioni e riempire l'app ArriveCAN. Questo non è un viaggio che desidero intraprendere. Eppure, gli abitanti della zona vicina devono continuare a sopportare questo sporco soggiorno, sapendo che noi di Toronto continuiamo a generare e perpetuare enormi cumuli di spazzatura anche nel culmine di una pandemia.

Non finisce qui. Sapevate che il Canada ha cercato di farla franca spedendo illegalmente la sua spazzatura nelle Filippine nel 2013-2014? Tutto è stato risolto nel giugno 2019, quando abbiamo dovuto pagare il prezzo di $ 1,14 milioni per riportare questi 69 container pieni di schifezze canadesi. Che imbarazzo.

Dovremmo anche chiederci perché i Paesi del Terzo mondo non sono in grado di tirarsi fuori da questa pandemia?

Immondizia: un terreno fertile per molte altre Omicron a venire.

Ricky Castellvi

(Foto di Ricky Castellvi)

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.