Mercato immobiliare,
prezzi in calo del 2,2%

di Mariella Policheni del 29 September 2022

TORONTO - Potrebbero presto calare ulteriormente i prezzi delle case in Canada. Un rapporto di Re/Max Canada prevede un calo del 2,2% negli ultimi mesi di quest’anno. E le cause di questa tendenza al ribasso secondo gli agenti immobiliari va ricercata nell’aumento dei tassi di interesse, nell’inflazione record e nelle incertezze globali ed economiche.

“Molti mercati stanno registrando vendite più deboli a causa dei recenti aumenti dei tassi di interesse, che forniscono una certa tregua dalla domanda senza precedenti e dagli aumenti insostenibili dei prezzi in tutto il Canada fino al 2021 e all’inizio del 2022 - afferma il presidente di Re/Max Canada, Christopher Alexander - tuttavia l’attuale stasi del mercato è solo temporanea e fino a quando l’offerta di alloggi non aumenterà, questi cicli di boom e crolli saranno probabilmente un evento ricorrente”.

E, questa previsione, trova conferma nei sondaggi commissionati dalla società immobiliare Re/Max Canada a Leger che evidenziano come molti canadesi preoccupati per un’imminente recessione questo autunno rimarranno ad osservare ai margini del mercato immobiliare. Nella maggior parte dei mercati del Paese viene pronosticato sia il raffreddamento dei prezzi che delle vendite.

Per gran parte del 2022, gli economisti hanno indicato che l’aumento dei tassi di interesse della Bank of Canada ha smorzato il mercato immobiliare rovente del Paese uscito dalla pandemia di Covid-19. Un costo più elevato dei prestiti ha limitato ciò che gli acquirenti possono permettersi e ha posto un limite alla crescita dilagante dei prezzi osservata negli ultimi due anni e mezzo.

Dalle ricerche di mercato appare chiaro che circa il 44% dei canadesi ha temporaneamente accantonato il desiderio di acquistare case a causa dell’aumento dei tassi, mentre il 34% dei potenziali acquirenti afferma che tassi più elevati non saranno stati in grado di scoraggiarli.

Ma non sono solo i tassi più alti che incidono direttamente sull’attività immobiliare: mentre la Bank of Canada cerca di riportare l’inflazione sotto controllo, i timori di una recessione preoccupano allo stesso modo acquirenti e venditori.

Circa il 41% degli intervistati ha affermato di aver posticipato i piani per l’acquisto o la vendita di una casa a causa di una possibile recessione. Ma Elton Ash, vicepresidente responsabile di Re/Max Canada, ritiene che i rallentamenti del mercato immobiliare legati all’incertezza economica saranno di breve durata. “Nonostante il fatto che quasi la metà dei canadesi in questo momento stia rimandando l’acquisto o la vendita di una casa, siamo fiduciosi che con il miglioramento delle condizioni economiche entro la metà del 2023, l’attività riprenderà", ha affermato.

E Nonostante Re/Max preveda che il prezzo medio delle abitazioni residenziali diminuirà del 2,2% fino a dicembre, sei dei 30 mercati presi in esame dovrebbero registrare un modesto rialzo dei prezzi, tra l’1,5 e il sette per cento.

I prezzi dovrebbero aumentare leggermente a Edmonton e Calgary questo autunno, così come a Moncton, St. John’s e Halifax.

Nella British Columbia, i prezzi di vendita dovrebbero scendere del 3% nella Metro Vancouver e del 6,5% a Kelowna/Central Okanagan, mentre si manterranno stabili a Victoria. Si prevede inoltre che nelle città dell’Ontario, escluse Oakville e Muskoka, rimarranno stabili o vedranno un calo dal 2 al 10%. A Barrie la caduta dei prezzi sarà invece pari all’11%.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.