L’Ontario si prepara alla recessione:
nuovi piani di spesa,
dal surplus di bilancio
si ritorna al deficit

di Francesco Veronesi del 15 November 2022

TORONTO - L’Ontario si prepara ai futuri scossoni della recessione tornando dal surplus al deficit e avviando un piano di spesa per stimolare l’economia e alleviare il peso dell’inflazione dalle spalle dei contribuenti. È questo, in sintesi, il nodo centrale dell’Economic Statement autunnale presentato ieri a Queen’s Park da Peter Bethlenfalvy. Come era prevedibile, il documento integrativo del budget ha portato con sé una lunga serie di provvedimenti e misure che avranno un effetto immediato sui residenti in Ontario.

L’Ontario quindi torna in deficit mentre promette miliardi in iniziative di accessibilità economica. Pochi mesi dopo che il governo provinciale aveva annunciato un surplus di 2,1 miliardi di dollari per il 2021-22, la Provincia è ancora una volta costretta ad andare in rosso.

Il ministro delle Finanze prevede un deficit di 12,9 miliardi di dollari per il 2022-23. Questo deficit è di circa 6 miliardi di dollari in meno rispetto a quanto previsto nel bilancio 2022 e include una serie di impegni di accessibilità destinati a far risparmiare denaro agli automobilisti, ai proprietari di piccole imprese e agli anziani.

Mentre l’Ontario affronta una fase economica "incerta", il governo Ford sta rivelando milioni di dollari in nuovi tagli fiscali per le piccole imprese e un maggiore sostegno ai lavoratori a basso reddito, facendo ripiombare la provincia in deficit.

Bethlenfalvy, con un aggiornamento del budget di 198,8 miliardi di dollari dell’Ontario, ha confermato che la provincia si sta preparando a tempi più difficili che sono "al di fuori del controllo del governo".

Per tamponare le finanze della provincia da una potenziale recessione, il governo sta mettendo via 4 miliardi in un fondo di riserva nei prossimi tre anni e registrerà un deficit cumulativo di 21,7 miliardi di dollari in quel periodo.

Il governo, come già anticipato domenica, estenderà lo sconto di 5,7 centesimi al litro per la benzina, che scadrà alla fine del 2022, fino al 31 dicembre 2023.

La provincia ha detto che la misura farà risparmiare alla famiglia media 390 dollari nel corso di un anno, costando al governo circa un miliardo.

Il governo spenderà 185 milioni di dollari in tre anni per aiutare i proprietari di piccole imprese a compensare i loro oneri fiscali che, spera la provincia, aiuteranno le piccole imprese dalle pressioni provocate della recessione.

Nell’ambito del nuovo programma, migliaia di aziende si qualificherebbero ora per l’aliquota dell’imposta sul reddito delle società di piccole imprese, consentendo loro di risparmiare decine di migliaia di reddito imponibile.

In precedenza, le aziende con un capitale imponibile compreso tra 10 e 15 milioni di dollari sarebbero state gradualmente eliminate dal tasso CIT. Il governo Ford sta aumentando il limite di eliminazione graduale a 50 milioni di entrate, che secondo la provincia avrebbe un impatto su 5.500 imprese.

L’Ontario raddoppierà il pagamento del Guaranteed Annual Income System (GAINS) per tutto il 2023, ha annunciato la provincia nella sua dichiarazione economica autunnale. La mossa, dicono i funzionari, "manterrà bassi i costi per gli anziani a basso reddito".

I pagamenti massimi per gli anziani single aumenteranno, temporaneamente, a $ 166 al mese, mentre i pagamenti per le coppie saliranno a $ 332. Le tariffe raddoppiate saranno in vigore per 12 pagamenti mensili. Il documento economico si prepara anche a un difficile futuro finanziario, compresa la potenziale contrazione dell’economia.

Tre scenari di crescita sono inclusi fino al 2025: una proiezione più rapida, i piani su cui la provincia sta lavorando e un ritmo più lento. La proiezione di crescita più lenta stima che l’economia dell’Ontario potrebbe ridursi dello 0,9% nel 2023.

I funzionari del Ministero delle Finanze stanno trattando tutti e tre gli scenari come possibili scenari piuttosto che risultati migliori e peggiori.

Le proiezioni sono inferiori rispetto al documento di bilancio 2022 pubblicato in primavera.

Le stime di spesa sono rimaste relativamente invariate nel nuovo documento, con la maggior parte dei nuovi piani finanziati attraverso le contingenze di pianificazione esistenti. Il raffreddamento del mercato immobiliare dell’Ontario ha comportato minori entrate fiscali poiché si sono verificate meno vendite di case.

Si prevede che le entrate derivanti dall’imposta sul valore fondiario della provincia diminuiranno del 25% l’anno prossimo rispetto al 2021-22. Le entrate derivanti dall’imposta sono inferiori di 514 milioni di dollari rispetto alle previsioni per l’anno in corso.

Il rallentamento sta influenzando anche il numero di nuove case che gli sviluppatori stanno costruendo in Ontario, poiché la provincia tenta di creare 1,5 milioni di nuove case nel prossimo decennio.

La dichiarazione economica autunnale ha rivisto il numero di progetti abitativi avviati da una previsione di 84.000 per il 2022 a 76.900.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.