L’Ontario allenta
le restrizioni anti Covid

di Mariella Policheni del March 1, 2022

TORONTO - Quasi tutte le restrizioni varate in Ontario per lottare contro la pandemia di Covid-19 sono state revocate. Da oggi il certificato vaccinale non sarà più necessario per accedere ad ambienti al chiuso di attività non essenziali. È questo il cambiamento più importante: ciò significa che gli esercizi commerciali, ad esempio, non saranno più tenuti a chiedere ai clienti la prova di almeno due dosi di un vaccino Covid-19 per consentire l’ingresso. I negozi tuttavia, per garantire la sicurezza del loro personale e per la tranquillità che offre ai loro clienti, possono tuttavia continuare a mantenere in vigore il certificato vaccinale.

L’obbligo di essere vaccinati rimane, almeno per ora, in settori come quello dell’assistenza a lunga degenza e in quella sanitaria. E da oggi sono revocati anche in tutte le altre strutture pubbliche al chiuso.

Rimane in vigore, invece, l’obbligo di indossare la mascherina anche se, sia il premier Ford che il Chief Medical Officer of Health della provincia Kieran Moore, continuano a indicare che anche questa misura sarà presto eliminata. Ieri Ford ha lasciato intendere che l’annullamento di questo provvedimento potrebbe arrivare dopo il March Break.

Tempo fa Moore ha dichiarato che, quando sarà il momento, l’obbligo di indossare la mascherina sarà probabilmente revocato "simultaneamente" nella maggior parte dei settori. Di conseguenza anche i ragazzi nelle scuole non sarebbero più costretti a indossare le mascherine.

E non solo. Stando alle indiscrezioni, nelle prossime settimane la provincia potrebbe apportare delle modifiche o eliminare del tutto policy che richiedono in alcuni luoghi di lavoro l’obbligo di quarantena o delle vaccinazioni.

Sebbene la revoca di queste misure di salute pubblica possa essere un sollievo per molti residenti dell’Ontario, il dottor Peter Juni avverte che è ancora necessaria molta cautela. Il direttore del Comitato tecnico scientifico dell’Ontario, intervistato da CTV News Toronto ha dichiarato che potrebbe essere utile imporre nuovamente alcune di queste misure. “Il punto è che questa non sarà la fine della pandemia. So benissimo che le persone non vogliono sentirlo - ha detto - dobbiamo solo esserne consapevoli, questa è la realtà. Questo virus non diventerà immediatamente endemico”.

E ieri sono entrate in vigore nuove regole che renderanno più facile ed economico per i canadesi viaggiare all’estero durante la pandemia di Covid-19. In precedenza al rientro nel Paese i canadesi dovevano sottoporsi a un test molecolare mentre da ieri i viaggiatori possono invece optare per un test antigenico rapido - che è più economico - purché somministrato in una farmacia, un laboratorio, un’entità sanitaria non più di un giorno prima del volo di partenza o arrivo.

Si prevede che il cambiamento renderà un po’ più semplici i viaggi internazionali, poiché i risultati del test antigenico rapido possono essere disponibili in 15 minuti e a un costo molto inferiore rispetto a test molecolare. Tuttavia, alcuni esperti di salute pubblica hanno sollevato preoccupazioni sull’efficacia dei test antigenici rapidi qualora il Canada si trovasse ad affrontare un’altra ondata di infezioni da Covid-19. Ma anche in questo caso le misure potrebbero essere reintrodotte qualora la pandemia dovesse peggiorare. Inoltre i viaggiatori completamente vaccinati selezionati per i test casuali negli aeroporti non dovranno più osservare la quarantena mentre sono in attesa di conoscere il risultato del test.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.