“Attenti, siamo tornati
nella quarta ondata”

di Mariella Policheni del November 10, 2021

TORONTO - “È giunto il momento di rivedere i limiti di capienza. Dopo un plateau nel numero delle infezioni la provincia è rientrata nella quarta ondata della pandemia”.

Dal momento che i contagi di Covid-19 in Ontario tornano a salire il direttore del Science Advisory Table della provincia Peter Juni ha detto chiaro e tondo che, per evitare un peggioramento della situazione, sarebbe bene che il governo rivedesse innanzitutto alcuni limiti di capienza. “La seconda luna di miele è finita. Dobbiamo solo essere consapevoli di ciò che sta accadendo. Da un lato, abbiamo alzato i limiti di capienza nelle arene sportive e nei ristoranti e, dall'altro, la temperatura è scesa - ha detto il dottor Juni - il risultato di tutto questo è una crescita esponenziale di casi nella provincia".

Nonostante l’eliminazione di molte restrizioni da parte del governo provinciale occorre tenere a mente che la pandemia è ancora tra di noi e basta qualche leggerezza per far salire il numero dei ricoveri negli ospedali, nelle terapie intensive e purtroppo anche quello dei decessi. Il Covid è ancora in agguato e Juni ha detto che questo è il momento giusto per ricordare alle persone di seguire le misure per il Covid come l’uso delle mascherine e il certificato vaccinale. "Non possiamo indugiare e non possiamo fingere che la pandemia sia finita - ha detto - se ci comportiamo nel modo giusto, continueremo a proseguire sulla strada giusta".

La media di sette giorni di infezioni giornaliere dell'Ontario, fino a lunedì, è pari a 476 rispetto alle 371 della settimana precedente. La provincia ha registrato 563 casi giornalieri venerdì, 508 sabato, 636 casi domenica, 480 lunedì e 441 ieri. La curva del Covid-19, secondo l’Ontario Science Advisory Table, segnala che i casi raddoppiano dopo 17 giorni, il che significa che tra poco più di due settimane, se la tendenza continua, la provincia potrebbe vedere in media circa 1.000 casi al giorno. “Ai ristoranti, così come alle arene sportive non piacerà sentire che occorre imporre nuovamente limiti alla capienza ma potrebbe accadere che tra poche settimane abbiamo bisogno di affrontare questa difficile situazione», ha affermato il direttore dell’Ontario Science Table.

Juni ha detto che, oltre a mettere a punto i limiti di capienza e rafforzare le misure di sicurezza contro la pandemia, vaccinare i bambini e somministrare le dosi di richiamo ai più fragili aiuterà anche a mantenere bassi i casi e i ricoveri. “Le cose non sono drammatiche perchè il numero dei ricoveri in ospedale e in terapia intensiva al momento sono bassi - ha concluso il dottor Juni - se seguiamo la strada sbagliata... arriva il momento in cui ci saranno ricoveri ospedalieri e ricoveri in terapia intensiva e non vogliamo che questo succeda”.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.