La protesta dei ‘blacks’ diventa una guerra contro la polizia

di Marzio Pelu del July 27, 2020

SEATTLE - Ormai è una guerra. La protesta sorta per la morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso da un agente di polizia durante un controllo a Minneapolis, si è trasformata in un conflitto “a prescindere” contro la polizia e qualunque forma di autorità. Non importa più il colore della pelle. E così nel weekend a Seattle, già teatro di gravi scontri nelle scorse settimane, è andata in scena una nuova battaglia che ha visto i manifestanti lanciare sassi, bottiglie ed esplosivi contro gli agenti schierati in assetto anti-sommossa, mentre altri partecipanti alla protesta davano fuoco ad un rimorchio ed un cantiere.

Almeno 45 persone sono state arrestate, mentre 21 ufficiali sono rimasti feriti negli scontri.

Register for free to read the full article!
Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.