Via ’Muzzo’,
ma gli ospedali
rispondono picche

di Mariella Policheni del 23 June 2022

TORONTO - Il nome Muzzo non si tocca. All’indomani della notizia del suicidio di Edward Lake, padre dei tre bimbi uccisi nel 2015 da Marco Muzzo alla guida ubriaco, da più parti e con sempre maggiore insistenza i cittadini chiedono la rimozione del nome della famiglia dagli ospedali ai quali hanno elargito milioni di dollari in donazioni. Ma gli ospedali di Toronto e di Vaughan hanno risposto picche. Nel frattempo le due petizioni, che su on change.org (one e two)  sollecitano che il nome Muzzo sparisca dalle pareti degli ospedali, continuano a raccogliere sempre più firme.

Sia Mackenzie Health che la SickKids Foundation, associata all’Hospital for Sick Children, hanno dichiarato a CTV News Toronto che non hanno intenzione di rimuovere il nome della famiglia Muzzo dai loro ospedali. Un portavoce di Mackenzie Health ha riconosciuto l’enormità della perdita della famiglia e la reazione pubblica che ha fatto seguito alla recente tragedia.

"Comprendiamo le forti emozioni provate dalle persone, accettiamo e rispettiamo le loro preoccupazioni - ha affermato un portavoce di Mackenzie Health - tuttavia l’ospedale non ha in programma di rimuovere il nome della famiglia dal nosocomio”. Famiglia che assieme a quella De Gasperis ha donato ben 15 milioni di dollari per la costruzione del nuovo Cortellucci Vaughan Hospital nel 2017, periodo in cui Marco Muzzo si trovava in carcere. “Non abbiamo in programma di rimuovere il cognome Muzzo dall’edificio in quanto riconosce la lunga storia di filantropia della famiglia, comprese molte generose donazioni a Mackenzie Health. I loro contributi hanno aiutato a costruire una struttura sanitaria eccezionale per la comunità e per questo siamo molto grati”, ha concluso il portavoce.

Sulla stessa lunghezza d’onda è la SickKids Foundation che pur riconoscendo il "dolore inimmaginabile" che sta vivendo la famiglia Neville-Lake non ha intenzione di rimuovere “la piccola targa in riconoscimento della donazione che si trova in un corridoio”. Nel 2006, ha detto la portavoce Sandra Chiovittit, la famiglia Muzzo ha donato una cospicua somma di denaro alla SickKids Foundation “a sostegno del nostro progetto di ammodernamento delle sale operatorie”.

In sostanza anche se Muzzo è un cognome che fino a 7 anni fa era associato ad una delle famiglie più ricche del Canada e che dopo il tragico incidente porta invece alla mente la morte di Daniel, 9 anni, Harrison, 5 e Milly, 2 e del loro nonno, gli ospedali intendono continuare a dimostrare la propria gratitudine alla famiglia.

Nel frattempo le due petizioni continuano a raccogliere maggiori consensi di minuto in minuto. La prima, lanciata da Barbara Anne Smith, è giunta a oltre 7.800 firme. “Marco Muzzo è responsabile della morte di 5 persone di cui 3 bambini per guida in stato di ebbrezza. La sua famiglia non dovrebbe essere onorata con edifici che portano il loro nome”, ha scritto la Smith.

A dare il via alla seconda petizione, che chiede in particolare la rimozione del nome della facoltosa famiglia dal Cortellucci Vaughan Hospital, è stata Daniela Palma. Le firme raccolte fino a ieri erano circa 1.800. “Edward Lake, il padre dei bambini, è morto suicida lunedì 20 giugno 2022, un giorno dopo la festa del papà. Dopo l’incidente nel quale hanno perso la vita i suoi figli, Edward soffriva di ansia e covava pensieri suicidi - ha scritto Palma - è moralmente ed eticamente sbagliato che il nome della famiglia Muzzo sia impresso nei nostri ospedali di Vaughan e Toronto. Gli ospedali dovrebbero salvare vite umane, non essere sostenitori e promotori di criminali che hanno ucciso persone innocenti, in particolare bambini”.

In alto, il collage di foto postato da Daniela Palma su change.org a corredo della petizione

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.