CorrCan Media Group

Ventinove morti, commissariata Villa Colombo

Ventinove morti, commissariata Villa Colombo

Ventinove morti, commissariata Villa Colombo

TORONTO – Ventinove morti, 18 anziani positivi al Covid-19 3 dei quali ricoverati in ospedale, 6 membri del personale contagiati. Non è delle migliori la situazione di Villa Colombo, che venerdì è stata commissariata dalla provincia che ha affidato temporaneamente la sua gestione all’Humber River Hospital.

Si allunga ancora l’elenco delle case di cura a lunga degenza per le quali si sta rendendo necessario l’intervento di strutture ospedaliere al fine di riuscire a debellare i focolai di coronavirus che hanno fatto finora strage di anziani. Il premier Doug Ford ha dichiarato che farà tutto il necessario per proteggere i più vulnerabili. «Quello che stiamo cercando di fare è abbinare gli ospedali con case di cura a lunga degenza e lo stiamo facendo proprio in tutta la provincia – ha detto Ford durante – non appena vediamo che le cose non migliorano in determinate aree, non appena entrano in codice rosso interveniamo. Ma prima di farlo cerchiamo di aiutarle a passare dal codice rosso al giallo, fino al verde».

Le case di cura a lungo termine sono state duramente colpite dalla pandemia, con i residenti nelle case dell’Ontario che rappresentano oltre il 62% dei decessi Covid-19. Oltre a portare in molte di queste strutture personale ospedaliero il governo ha stanziato le forze armate canadesi per aiutare a fronteggiare l’emergenza dettata dal virus.

All’inizio di maggio, il governo ha emesso un ordine di emergenza che gli consente di nominare gestori temporanei in case di cura a lungo termine che non sono in grado di contenere focolai. «Ovviamente le cose non stanno andando nel modo in cui ci aspettavamo che andassero in alcune case di cura, quindi stiamo assegnando il controllo di queste strutture ad ospedali – ha detto Ford – non esiterò a darle in mano agli ospedali allo scopo di proteggere le persone più vulnerabili che risiedono in queste case».«Sono fiduciosa che il talentuoso staff dell’Humber River Hospital e di Villa Colombo lavoreranno insieme per combattere il Covid-19», ha aggiunto il ministro del Long term care dell’Ontario Merrilee Fullerton.

Mentre molte case di cura sono uscite dall’emergenza dopo mesi difficili, la situazione a Villa Colombo che si trova al 40 Playfair Avenue di North York, è ancora in fase di stallo.

Intanto nelle case di cura a lunga degenza libere dal Covid sobno riprese da qualche tempo le visite dei familiari all’esterno delle strutture e da dopodomani saranno consentite anche all’interno delle case di cura: la notizia, data dal governo nei giorni scorsi è stata accolta con gioia dai familiari che dopo quattro mesi possono finalmente incontrare i propri cari. L’importante è però farlo con grande cautela per non far scoppiare nuovi focolai di coronavirus. Proprio a tal proposito il premier Ford ha affermato che “le case di cura a lungo termine che non forniscono dispositivi di protezione individuale al proprio personale mentre si preparano a consentire ai visitatori all’interno di tali strutture dovranno affrontare le conseguenze”. I dispositivi di protezione individuale, ha detto Ford, non sono più un problema, “le carenze osservate nelle prime settimane della pandemia non esistono più e non è necessario accumulare dispositivi di protezione individuale”.