CorrCan Media Group

Tory, scorte ai negozi e sostegno ai business

Tory, scorte ai negozi e sostegno ai business

Tory, scorte ai negozi e sostegno ai business

TORONTO – L’assalto ai supermercati dello scorso fine settimana causato dal panico per il diffondersi del virus Covid-19, ha spinto il sindaco di Toronto Tory a esonerare i rivenditori dalla bylaw sul rumore in modo che possano ricevere le consegne 24 ore al giorno per “garantire che i beni essenziali rimangano disponibili”.

A richiedere l’esenzione – che ha effetto immediato e rimane in vigore fino a nuovo avviso – è stato il Retail Council of Canada.

“Stiamo intraprendendo questa azione per aiutare gli esercizi commerciali di Toronto a ottenere consegne e continuare a rifornire i loro scaffali di beni essenziali per i nostri residenti – si legge nel comunicato stampa del sindaco John Tory – esentando le attività commerciali al dettaglio dalla legge sul rumore in città in questo momento, garantiremo che i rivenditori possano ricevere consegne 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana”.

La notizia dell’esenzione è arrivata poche ore dopo che Tory ha annunciato la formazione di una task force per aiutare a proteggere l’economia dall’impatto devastante” che la diffusione del virus sta già avendo sui business.

Tory ha affermato che la task force “identificherà le strategie di ripresa economica immediata e a più lungo termine, per residenti e aziende, con particolare attenzione a sostenere quei settori dell’economia che sono maggiormente influenzati dal Covid-19 come turismo, ospitalità e intrattenimento”.

Il primo cittadino di Toronto ha affermato che, nell’ambito del lavoro della task force, condurrà teleconferenze con gruppi di stakeholder chiave alle quali parteciparanno anche il vice sindaco Michael Thompson e il Budget Chief Gary Crawford.

“Ciò che chiediamo loro è cosa possiamo fare per aiutarli e aiutare i loro dipendenti ora e cosa possono fare gli altri governi per loro – ha detto Tory che è in auto-isolatamento come precauzione dopo essere tornato dal Regno Unito – ad esempio, il governo federale ha annunciato 10 miliardi di dollari a titolo di aiuto economico ma dobbiamo assicurarci che il denaro venga speso correttamente per salvaguardare i posti di lavoro e proteggere l’economia”.

Oltre alla task force vi sono, tuttavia, diverse misure immediate che la città prenderà per fornire nel frattempo un certo sollievo economico. Tory ha dichiarato che la città fornirà alle imprese un periodo di grazia per le tasse e altri pagamenti alla City of Toronto per almeno i prossimi 30 giorni e chiederà anche ai governi provinciali e federali di sospendere le sanzioni per i proprietari di imprese che non riescono a versare con puntualità la HST.

Il sindaco Tory ha infine aggiunto che la città “istituirà anche un sostanziale fondo di emergenza per sostenere le imprese” e amplierà i suoi servizi di consulenza per le piccole ditte al fine di aiutare ulteriormente le aziende in difficoltà.