CorrCan Media Group

TDSB, sì al budget con tagli per $67.8 milioni

TDSB, sì al budget con tagli per $67.8 milioni

TORONTO – È una reazione a catena quella che ha preso il via con i tagli all’Istruzione del governo Ford. La provincia ha falciato i fondi, i provveditorati riducono i programmi e lo sta. A rimetterci, in questa situazione, sono gli studenti.

I fiduciari del Toronto District School Board (TDSB) mercoledì hanno approvato il budget per l’anno scolastico 2019-2020 che ha ridotto i programmi e i servizi per far fronte a quasi 68 milioni di dollari di deficit. Il bilancio è stato approvato con il voto di 18 favorevoli e quattro contrari.

I trustee hanno dovuto tagliare 67,8 milioni di dollari e per far tornare i conti hanno optato per la riduzione del personale e cambiamenti nei programmi e servizi per due anni al fine di fronteggiare il taglio di 42,1 milioni di dollari da parte del Ministero della Pubblica Istruzione e un deficit di bilancio di 25,7 milioni.

«Il Board ha lavorato instancabilmente per approvare un pareggio nel bilancio del 2019-2020 mentre al tempo stesso ha dovuto a rontare significative riduzioni dei finanziamenti dal Ministero della Pubblica Istruzione – ha detto al termine del meeting la presidente del TDSB Robin Pilkey – nonostante queste sfide, siamo stati attenti a garantire risorse sufficienti per offrire un’esperienza formativa eccellente ai nostri studenti».

Il TDSB ha a ermato che prevede di mantenere, e in alcuni casi anche di incrementare, i finanziamenti per settori chiave come l’istruzione di sostegno, l’alfabetizzazione nella prima infanzia, la sicurezza in ambito scolastico, scuole modello e iniziative per promuovere equità e antirazzismo. La Pilkey ha detto inoltre che le decisioni prese dal board sono in parte frutto di ampie consultazioni pubbliche che hanno incluso anche migliaia di proposte online.

Rimane il fatto che dovendo affrontare una situazione finanziaria difficile i tagli nel provveditorato sono considerevoli. La scure si è abbattuta, ad esempio, sui centri di apprendimento, l’istruzione all’aria aperta, i programmi di Parenting and family literacy centres, di International Baccalaureate. E non è tutto. Il Board impiegherà anche meno personale di supporto agli studenti e psicologi.

Nel 2019-2020 saranno disponibili meno logopedisti e assistenti sociali ma questa, secondo il TDSB, è una decisione temporanea: il provveditorato spera di poter ripristinare tutto questo personale nel 2020-2021. L’elenco dei tagli in arrivo ovviamente non è stato accolto dai genitori con il sorriso sulle labbra.

«Ognuno di questi tagli è legato alla vulnerabilità dei nostri studenti – ha detto Lisa Skeete, un genitore presente alla riunione – a chi importa? Se avessimo avuto il coraggio di dire di no, avremmo creato un precedente che altri board avrebbero seguito, quindi vergogna».

More in Toronto