CorrCan Media Group

Serie A: numeri e curiosità delle prime partite

Serie A: numeri e curiosità delle prime partite

TORONTO – Ogni ora che passa fa crescere l’attesa. L’ormai imminente massimo campionato italiano ha tutti i presupposti per essere di livello superiore al solito. Cristiano Ronaldo a parte, anche le concorrenti della Juve si sono notevolmente rafforzate. La caccia alla lepre bianconera comincia con il primo turno spalmato in tre giornate. Qui di seguito, i fatti curiosi e non delle prime partite.
Chievo-Juve, alfa e omega. Inutile nascondersi: Chievo-Juve è “la” partita della prima giornata,con l’esordio di Cristiano Ronaldo nella Serie A. Al Bentegodi si è registrato già da tempo il tutto esaurito con annesso aumento vertiginoso del costo dei biglietti: col 66% in più registrato nel tariffario della società veneta. Curiosa, poi, è anche la coincidenza che accosta CR7 a Maradona, leggenda del Napoli che esordì in Italia proprio nello stesso stadio nel 1984 ma contro l’Hellas Verona, che poi vincerà lo Scudetto. Parlando sempre di numeri abissale è anche lo scarto nel valore di mercato delle due rose. Oltre 775 milioni (numeri Transfermarkt) è il “costo” dei bianconeri. 45 quello dei gialloblù. E Ronaldo e Dybala, da soli, valgono quasi cinque volte l’intero Chievo. 22 i precedenti in A tra le due, con una sola vittoria per quelli che saranno i padroni di casa, risalente al 2010.
Lazio-Napoli, novità ultrà. Per la prima volta nella storia della Serie A all’Olimpico ci saranno le nuove “tribune lancia cori”. Stando infatti da quanto riportato da Repubblica, a Roma saranno presenti quelle che sono delle vere e proprie pedane su cui saliranno due capi-ultras alla volta. In tutto, saranno predisposti quattro spazi con un’agibilità di due persone ciascuno, che prima di ogni partita saranno identificati dagli steward. L’accesso sarà nominativo. Uno spazio libero (ma controllato) per incitare la propria curva durante i match.Per quanto riguarda il campo Hamsik è invece il giocatore della Serie A con più gol segnati alla prima giornata: 7. Mentre tolti gli juventini (Barzagli, Bonucci,Chiellini e Marchisio) il giocatore più “scudettato” della prima giornata sarà il laziale Caceres (al pari di Padoin, a quota 5).
Torino-Roma, “esordio” per Pastore. Nuova stagione per Daniele De Rossi nel centrocampo della sua Roma. Il capitano giallorosso è il primo giocatore per presenze all time della serie A ancora in attività e ancora nel campionato italiano. 34° in classifica generale,con 441 partite, ne vanta una in più di Pellissier. Curiosità anche su Javier Pastore che, di rientro in Italia dopo l’avventura al Psg e, nonostante le tre stagioni passate a Palermo, giocherà contro il Torino per la prima volta nella sua storia. In passato le due squadre si sono già sfidate alla prima giornata di campionato in tre occasioni. Il 22 settembre 1935 vince la Roma 1-0 con un gol di D’Alberto. Nel ’74 vittoria di misura Toro con Pulici. Mentre nel 1977 altro successo giallorosso.
Bologna-Spal, record poco… Semplici. Leonardo Semplici, dopo Allegri,è l’allenatore più longevo sulla stessa panchina della Serie A 18-19, con 3 anni, 8 mesi alla guida della Spal. 34 sono invece i precedenti nel massimo campionato italiano tra queste due squadre:19 vittorie del Bologna contro le 9 della Spal. L’anno scorso un successo per parte.
Empoli-Cagliari, nel ricordo di M’Boma. Andreazzoli, alla guida dell’Empoli,sarà l’allenatore più vecchio della Serie A 2018-19, con 64 anni segnati sulla carta d’identità: quattro in più di Gasperini. 12 Sfide in A tra queste due squadre. Cinque vittorie a testa con due pareggi. Il successo più largo in un Empoli-Cagliari fu un 5-1 dei rossoblù nel marzo del 1999, con tripletta del camerunese Patrick M’Boma.
Milan-Genoa, un nuovo capitano. A San Siro esordio uffciale da capitano per Alessio Romagnoli,che succede nel ruolo a Leonardo Bonucci. Il numero 13 rossonero aveva trovato la sua prima rete in Serie A proprio contro il Genoa:nel marzo 2013, alla sua seconda presenza assoluta in campionato con la maglia della Roma. Mentre il 26 ottobre 2011, in Genoa-Roma,anche Fabio Borini (in vantaggio su Calhanoglu come titolare) trovò il suo primo gol di sempre in Serie A. Il Milan nelle sue prime giornate delle ultime dieci stagioni ha vinto sei volte e perso quattro.Non pareggia dal 2004. Cento,tondi tondi, sono invece i precedenti tra Milan e Genoa in A: 48 vittorie rossonere, 19 rossoblù.
Parma-Udinese, il (doppio) primato di Velazquez. Gli emiliani sono la squadra con il valore di mercato più basso della Serie A (fonte Transfermarkt):si parla di circa 750 milioni in meno della Juve capolista. Nell’Udinese esordio in panchina in Aper Velazquez. Unico allenatore non italiano di quest’anno e più giovane in assoluto (36 anni). Ultimo precedente alla prima giornata tra queste due squadre in un 2-2 dell’agosto 2009: doppio Di Natale contro i gol di Paloschi e Alessandro Lucarelli.
Sampdoria-Fiorentina, coppia d’oro. Verso il posto da titolare Fabio Quagliarella, e pronto a quella che spera essere l’ennesima stagione da protagonista. L’attaccante di Castellammare è primo trai cannonieri all time della serieA ancora in attività e ancora nel campionato italiano. 44° in classifica generale con 127 centri per6 diverse squadre. Lo scorso anno con Ramirez ha formato la coppia gol-assist più prolifica della stagione al pari del duo Icardi-Perisic: 8. L’anno scorso Fiorentina-Samp si giocò alla seconda giornata: 1-2 Doria. 34 i precedenti vinti dalla Samp, 41 dai Viola in 118 match.
Sassuolo-Inter, la statistica “al contrario”. Col 43,9% di incidenza, Mauro Icardi lo scorso anno è stato il giocatore che più ha pesato sui gol di squadra: 29 reti sulle 66 complessive nerazzurre. L’argentino è anche bomber all time delle sfide contro il Sassuolo con 4 centri. Le due squadre non hanno mai pareggiato tra di loro, ma ancora più clamoroso è il bilancio di 6 vittorie dei neroverdi contro lesole 4 dell’Inter. Il primo match di sempre fu un clamoroso 0-7 interista in trasferta nel 2013, addirittura replicato anche nel 2014, ma in casa. Dopodiché 6 vittorie per gli emiliani negli ultimi 7 precedenti, tre arrivate di fila. Il secondo bomber della sfida è Politano, che in estate ha però cambiato sponda trasferendosi a Milano.
Atalanta-Frosinone, quasi inedito. Con appena 4 precedenti è questo il match con meno scontri diretti storici di tutta la prima giornata. Due partite vinte dall’Atalanta e due pari lo score. Appena due i movimenti di mercato trai club nella loro storia. L’ultimo è stato Sportiello, che dai bergamaschi è passato al Frosinone in prestito.

More in Toronto