CorrCan Media Group

La scure di Ford incombe anche sui nostri anziani

La scure di Ford incombe anche sui nostri anziani

La scure di Ford incombe anche sui nostri anziani

TORONTO – ’’No, gli anziani no !’’.

È questo il grido di protesta che – venerdi scorso – ha riecheggiato tra le mura di Villa Colombo, dove i neodemocratici hanno organizzato una conferenza stampa per lanciare l’allarme sui tagli che il governo Ford intende effettuare a carico delle strutture che offrono assistenza a lungo termine per gli anziani.

Teresa Armstrong, ministro ombra dell’NDP – a Queen’s Park – per l’Assistenza ai Lungodegenti, rivolgendosi ad un folto gruppo di familiari dei residenti di Villa Colombo, a Toronto, ha ricordato come i tagli dell’amministrazione Ford andranno inevitabilmente a penalizzare i servizi offerti ai degenti nella nostra provincia.

Nel dettaglio, secondo Armstrong, Villa Colombo perderebbe ben 122.361 dollari di stanziamenti previsti per il 2019 e addirittura 489.444 dollari per il bilancio del 2020.

Questo si tradurrebbe in tagli inevitabili al personale ed una conseguente diminuzione dei servizi offerti a favore dei degenti ospiti della struttura.

Armstrong – chiedendo l’immediata revoca dei tagli – ha sottolineato come
’’le famiglie in Ontario siano già molto preoccupate per lo stato dell’assistenza fornita agli anziani loro cari, dopo anni di finanziamenti – inferiori alle esigenze di spese previste – stanziati a favore degli anziani dai precedenti governi Liberali’’.

’Ora – ha proseguito la parlamentare neodemocratica – il governo Ford prevede ulteriori tagli che si dimostreranno come un vero e proprio colpo di grazia nei confronti dell’assistenza agli anziani della nostra provincia’’.

I tagli, la cui entrata in vigore è prevista per il primo di ottobre, includono l’eliminazione di quei fondi destinati al contributo per i salari dei dipendenti delle case di riposo e del denaro che sarebbe stato utilizzato per l’ammodernamento delle strutture più vecchie.

Allo stesso tempo, il governo Ford intende aumentare del 2,3% le tariffe relative al contributo previsto a carico dei lungodegenti, che – in media – si troverebbero a dover sborsare 500 dollari in più all’anno. In Ontario, l’ospite di una casa di riposo paga già – in media – tra i 1.453 ed i 4.500 dollari al mese.

Giorgio Mitolo