CorrCan Media Group

In Italia Ferragosto, in Canada Acadian Day

In Italia Ferragosto, in Canada Acadian Day

TORONTO – Il culmine dell’estate, per alcuni in Italia, l’unica pausa vacanziera alla quale non si può assolutamente rinunciare: arriva puntuale a metà agosto il giorno in cui – cascasse il mondo – tutto si ferma e ci si concede almeno un giorno di riposo, il Ferragosto. Le origini della ricorrenza del Ferragosto sono antiche e vanno cercate nelle Consulalia, ossia le feste romane in onore del dio Conso, divinità del raccolto immagazzinato nei granai. Durante queste feste ci si scambiavano regali recitando la frase “Bonas ferias consulales”. Quando poi, il mese romano corrispondente ad agosto venne dedicato all’imperatore Cesare Augusto, la formula mutò in “Bonas feria augustales”, un augurio molto simile al nostro “Buon Ferragosto”. Cesare Augusto decise poi, nel 18 d.C., di istituire la festa di Ferragosto, chiamata ai tempi feriae Augustii o feria Augustalis (che in latino significa feste di Augusto) per celebrare i raccolti e la fine dei lavori nei campi. Collegandosi alle altre vacanze istituite durante il mese di agosto, questa festa permetteva ai lavoratori di riposarsi, circa un mese, dopo un lungo anno di fatiche. Nel corso dei festeggiamenti, in tutto l’impero romano, si istituivano corse di cavalli, di asini e di muli, agghindati con fiori dai colori sgargianti. E questa antica tradizione continua ad esistere, per esempio nel Palio dell’Assunta, che si svolge a Siena il 16 agosto. Dai tempi cristiani, in tutta Europa questa festa prende il nome di Assunzione di Maria, poiché la data coincide appunto con la festa cattolica che ricorda proprio l’accoglienza in Cielo della Madre di Gesù, in anima e corpo. Un tempo, in onore della Vergine, si istituivano spettacolari processioni notturne con fiaccole e luci. La gita fuori porta per la giornata di Ferragosto nasce in età fascista. A partire dal 1920, il regime di Mussolini organizzava numerose gite popolari grazie alla fondazione dei ‘Treni popolari di Ferragosto’. L’iniziativa aveva lo scopo di offrire la possibilità anche ai ceti sociali meno abbienti di raggiungere le località di villeggiatura o visitare le città d’arte. Nella stessa data, in Canada, si celebra il National Acadian Day, celebrazione istituita nel 1881, quando nella regione del New Brunswick, durante la prima convention nazionale degli Acadians, i loro capi ricevettero il mandato per stabilire una data di festa. Gli Acadiani sono un gruppo etnico che discende dai primi colonizzatori francesi che si insediarono nell’allora Acadia, regione del Canada settentrionale che oggi comprende la Nova Scotia, il New Brunswick e la Prince Eduard Island. Pare che la scelta della data, preferendo il 15 agosto, fu influenzata dall’abate Marcel-François Richard che per porre fine a disaccordi su chi voleva che la festa cadesse il 24 giugno, quando si celebra anche San Giovanni Battista, protettore del Quebec, propose di non accomunare a questo giorno anche le celebrazioni del popolo degli Acadiani. Fece risalire le sue motivazioni al fatto che gli Acadiani erano discendenti dai francesi e Luigi XIII giurò di affidare il suo impero alla Beata Vergine Maria, con il volere che la festa dell’Assunzione fosse anche la festa nazionale del regno. Poco dopo fu lo stesso re a mandare i suoi coloni alla conquista del territorio dell’Acadia. La festa viene ancora celebrata in quei territori, durante la quale gli acadiani accordano i loro violini e danno sfogo al loro spirito franco-canadese. Dal 3 al 15 agosto, anche quest’anno si svolge il Festival acadien de Caraquet, con un ricco programma di eventi, musica e fuochi d’artificio, un concorso di poesia e un galà della canzone.

More in Toronto