CorrCan Media Group

Il Columbus Centre e il suo sito finalmente diventano parte del Patrimonio da tutelare

Il Columbus Centre e il suo sito finalmente diventano parte del Patrimonio da tutelare

TORONTO – Adesso non c’è più nulla da temere, nessuno può demolire il Columbus Centre, che da mercoledì scorso è entrato a far parte definitivamente del Registro cittadino per la Tutela del Patrimonio, come Casa Loma o il Black Creek Pioneer Village.
La designazione era già stata approvata, mancava l’iscrizione nel Registro, che era stata inizialmente prevista per l’anno prossimo, ma il consigliere comunale Maria Augimeri ha voluto presentare alla seduta del Consiglio di mercoledì una mozione, assecondata dal collega Josh Colle, affinchè ciò avvenisse in tempi più brevi. E la richiesta è stata accolta con successo, all’unanimità: 42 votanti a favore e 3 soli astenuti: i consiglieri Di Ciano e Mammoliti e il sindaco John Tory.
Ultimo atto di una travagliata storia che avrebbe potuto segnare la scomparsa di un’icona che la comunità italiana ha realizzato, preziosa anche per le varie etnie che ne hanno fatto un punto di incontro. L’impegno tempestivo e soddisfacente di Maria Augimeri ha irrevocabilmente bloccato ogni intenzione di abbattere l’edificio e di costruire palazzi condominiali nel sito al 701 di Lawrence Avenue West. Al Columbus Centre ora, a tutti gli effetti, è stato riconosciuto un valore culturale da preservare.
Qualsiasi modifica dovrà essere sottoposta al Municipio di Toronto e non sarà più soggetta ad altri enti che si occupano di edilizia e riqualificazione.

More in Toronto