CorrCan Media Group

È ancora “far west” sulle strade di Toronto

È ancora “far west” sulle strade di Toronto

TORONTO – Sale a 66 il computo degli omicidi commessi, a Toronto, durante l’arco del 2019. È infatti spirato, ieri, uno dei tre uomini feriti gravemente durante uno scontro a fuoco avvenuto sabato sera, sull’autostrada 400, in direzione sud, all’altezza di Steeles Avenue West e Finch Avenue West.

Numerose segnalazioni di una sparatoria – intorno alle sette di sera, tra due auto in corsa – erano giunte alla polizia che si era quindi recata presso una stazione di servizio situata tra Finch avenue West e Weston road.

Sul posto gli agenti avevano trovato, all’interno di una Honda di colore grigio, tre uomini, tra i 20 ed i 30 anni di età, tutti feriti – in modo grave – da colpi d’arma da fuoco. Nonostante tutti e tre gli uomini siano stati ricoverati in ospedale e sottoposti ad intervento chirurgico, uno di essi non ce l’ha fatta ed è morto per le ferite riportate nella sparatoria.

La polizia sta vagliando le immagini delle telecamere a circuito chiuso della stazione di servizio e dell’area adiacente per ricostruire la dinamica della sparatoria e cercare di individuare gli aggressori, datisi alla fuga a bordo di un’altra auto e tuttora ricercati.

Altro episodio di sangue si è verificato al centro di Toronto nella notte tra sabato e domenica, verso l’1.30, quando la polizia si è messa all’inseguimento di un veicolo che risultava rubato, tra Queen Street West e Vanauley Street, ad ovest di Spadina Avenue. Quando l’auto rubata ha tentato un’inversione ad U su Vanauley Street si è scontrata con un veicolo della polizia.

Ne è nato successivamente uno scontro a fuoco – tra gli agenti e l’uomo alla guida dell’auto rubata – in cui il 43enne è rimasto ferito gravemente, sebbene sia ricoverato ma non si trovi in pericolo di vita. Sulla vicenda stra ora indagando la SIU che interviene ogniqualvolta un civile rimanga ferito o ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia.

Sempre per la cronaca nera, la polizia della regione di Peel ha arrestato il 40enne Khumane Agil, accusato in relazione ad un’inchiesta sulla tratta di esseri umani, in corso di svolgimento a Mississauga. Le indagini avevano preso il via dopo la denuncia fatta da una diciassettenne che era stata sfruttata dall’uomo a fini sessuali e costretta a prostituirsi. La polizia di Peel ritiene che possano esserci altre vittime e chiede la collaborazione a chiunque ritenga di avere informazioni utili all’inchiesta.

More in Toronto