CorrCan Media Group

Colle: “Chiudete quei bar, sono pericolosi”

Colle: “Chiudete quei bar, sono pericolosi”

Colle: “Chiudete quei bar, sono pericolosi”

TORONTO – Due noti bar, uno dei quali con sala da biliardo annessa – situati sul lato est di Dufferin street, appena a nord di Glencairn Avenue – molto frequentati dagli sportivi e dalla comunità italiana che risiede nel quartiere hanno visto tre loro clienti perdere la vita dopo aver contratto il coronavirus Covid-19.

Il consigliere comunale che rappresenta il distretto, Mike Colle, conferma al Corriere Canadese tutto il suo rammarico per il fatto che quei locali stiano rimanendo aperti al pubblico, nonostante il pericolo di ulteriori possibili contagi.

Consigliere Colle, qual è la sua maggiore preoccupazione riguardo a questa vicenda?
“Ho ricevuto diverse segnalazioni, dai miei costituenti, riguardo a numerosi casi di Covid-19 verificatisi nell’area in questione. Secondo quanto mi è raccontato, i contagiati (tre dei quali sono poi deceduti, ndr) erano clienti abituali di questi bar e caffè situati su Dufferin, a sud di Lawrence. Uno di loro – Diego Parisi – era in particolare anche ospite del Caboto Terrace, parte del complesso di Villa Charities-Columbus Centre. Ho allora allertato Toronto Public Health affinché svolgessero delle indagini su questi casi di contagio e dov’erano avvenuti, in modo che si potesse avvertire chi era venuto a contatto con i contagiati e permettere loro di essere controllati, per sapere se avevano a loro volta contratto il coronavirus. Lo scopo era quello di impedire che il contagio da Covid-19 venisse esteso ulteriormente, in una zona in cui risiedono centinaia dei nostri anziani, chiudendo quelle attività commerciali, quei bar, poiché non effettuano servizio di take-out e non li si può dunque considerare delle attività essenziali”.

E cosa hanno fatto i funzionari di Toronto Public Health?
“Nonostante gli ispettori si siano recati presso questi sports bar per ben quattro-cinque volte, non hanno potuto chiuderli poiché – sotto le leggi provinciali – questi locali vengono ritenuti invece dei servizi commerciali essenziali. Questo è quanto mi hanno riferito i funzionari comunali, nonostante io abbia sottolineato che dai bar non viene effettuata alcuna attività di take-out. Dei residenti mi hanno riferito che in quei bar si gioca a carte, cosa che rende la situazione ancor più pericolosa, perchè così facendo le persone (i giocatori, ndr) non possono mantenere le distanze di sicurezza per evitare il contagio da Covid-19. Ho saputo inoltre che diversi clienti di questi bar sono anche anziani residenti delle case di riposo situate nella zona, il che è ancor più preoccupante. Quei bar vanno chiusi, in questo periodo di emergenza, perchè non possono essere considerati servizi essenziali e rappresentano un pericolo per la salute di tutti i residenti della nostra area, specie gli anziani”.

Cosa chiede che venga fatto?
“Che la provincia intervenga per chiudere questi sports bar ed invito tutti i nostri concittadini a contattare l’amministrazione provinciale a¦nché ciò avvenga al più presto possibile”.