CorrCan Media Group

Deb Schulte: il governo federale in aiuto dei nostri anziani

Deb Schulte: il governo federale in aiuto dei nostri anziani

Deb Schulte: il governo federale in aiuto dei nostri anziani

TORONTO – Ormai tutti sanno che il virus Covid-19 ha avuto un impatto molto duro, specie sugli anziani. In tutto il Canada, i contagiati di età pari o superiore a 60 anni rappresentano la più grande concentrazione di contagi, quasi il 30% di tutti i casi positivi.

Praticare il “distanziamento fisico” è solo un modo per limitare la diffusione del virus, e i suoi potenziali effetti letali. Ha senso. Mantenete le distanze e potreste non ammalarvi. Ma evitando lo stretto contatto con le persone potrebbe inavvertitamente portare ad altri problemi.

L’onorevole Deb Schulte (nella foto, a destra), deputato al Parlamento per King-Vaughan e ministro per gli anziani, è consapevole della questione e dice: “Non possiamo permettere che le distanze fisiche diventino un allontanamento sociale”.

Questo è il motivo per cui il governo federale ha messo a disposizione 20 milioni di dollari in finanziamenti per il programma denominato Nuovi Orizzonti per gli Anziani. Il programma fornisce sovvenzioni a progetti che assistono gli anziani all’interno delle loro rispettive comunità. Questi progetti mirano a ridurre l’isolamento, migliorare la qualità della vita e contribuire a mantenere una rete di sostegno sociale per i partecipanti, specialmente durante l’epidemia di Covid-19.

Riconoscendo la necessità di questo tipo di servizio, la ministra Schulte ha fornito i dettagli del piano del governo alla comunità di Maple, in Ontario, venerdì scorso.

Quasi 50mila dollari di finanziamenti federali sono stati destinati a due organizzazioni dedicate ad aiutare gli iscritti ai club locali per gli anziani – e non solo – delle loro società, il Centro Chabad Romano e Fuerza Latina Servizi Comunitari. Una parte dei fondi, 25 mila dollari, andrà al Centro Chabad Romano, per il progetto Support for Seniors.

Questo programma offre pasti pronti, programmi educativi on-line sulla nutrizione e sulle attività per migliorare la salute ed il benessere mentale.

Inoltre, è progettato per aiutare gli anziani con compiti quotidiani: come fare la spesa, viaggi in farmacia e appuntamenti. Si tratta di semplici commissioni che diamo per scontate, ma che rappresentano una sfida maggiore per coloro i quali sono vulnerabili e cercano di ridurre al minimo l’esposizione al virus.

Dopo mesi trascorsi evitando lo stretto contatto con altra gente, taluni avvertono un profondo senso di isolamento sociale che potrebbe avere un impatto negativo sul benessere mentale ed emotivo. Le visite organizzate rispettando “le distanze fisiche” e le telefonate regolari aiutano ad alleviare la sensazione di solitudine e migliorare il loro stato d’animo.

Rabbi Mendel Bernstein, co-direttore del Centro Chabad Romano, si è detto soddisfatto dell’iniziativa dicendo: “La reazione di coloro i quali sono stati aiutati da questo programma è davvero commovente, sta illuminando il loro spirito”.

Rimanere collegati in questa pandemia di Covid-19 è vitale, soprattutto per coloro che si sentono tagliati fuori dalla società. Gina Balseca-Aguirre, fondatrice e CEO di Fuerza Latina Community, afferma: “La tecnologia gioca un ruolo fondamentale nella vita degli anziani, ora più che mai, in quanto consente loro di essere impegnati e continuare ad imparare migliorando la qualità di vita”.

Il resto dei fondi annunciati venerdì sosterrà il programma Hi-Tech Seniors. Questo progetto è stato ideato per facilitare l’accesso ad attività online divertenti, emozionanti e arricchenti. Le video-chat settimanali offrono ai partecipanti l’opportunità di interagire virtualmente tra loro.

Questi sono tempi difcili. Non dobbiamo dimenticare i nostri anziani ed il loro benessere generale. È incoraggiante vedere le comunità riunirsi per aiutare i nostri anziani e garantire che rimangano in contatto tra loro e con la società… e che il governo si unisca allo sforzo.